Attualità Centro / Piazza della Vittoria

"Una svolta storica": la statua del Bigio esce dai magazzini dopo 73 anni

L'annuncio martedì durante la Commissione cultura: la statua di Arturo Dazzi presto uscirà dal magazzino di Via Rose per essere collocata in un museo

Il sindaco Emilio Del Bono non ci ha pensato due volte: “Sarà una svolta storica”. Il riferimento è a quanto emerso dalla Commissione cultura di martedì, convocata su richiesta delle opposizioni: la statua del Bigio presto potrebbe lasciare il magazzino di Via Rose, in cui giace ormai dal lontano 1945, ed essere prima trasferito in un museo, ma solo in via temporanea, e infne un giorno chissà, anche ricollocato in Piazza Vittoria.

“La statua lascerà il magazzino dopo 73 anni, e tantissimi bresciani la potranno vedere. E' un primo passo”, ha detto ancora il primo cittadino. Sarà la Soprintendenza, che martedì in commissione non c'era per non prendere parte all'annunciato “scontro politico”, a coordinare le operazioni, nell'ambito di un percorso condiviso con il Comune di Brescia.

Presto ancora per capire come andrà. Ma la volontà è chiara: far “riemergere” la statua dell'Era Fascista dal magazzino, trovarle temporaneamente una “posizione museale”, poi un domani ragionare sull'eventualià che possa tornare nella piazza progettata da Marcello Piacentini, sul piedistallo costruito originariamente proprio per sostenere il Bigio.

Correva l'anno 1932, nel pieno del ventennio fascista: la statua di Arturo Dazzi viene posizionata in Piazza Vittoria. L'inaugurazione fu il 1 novembre, poco più di 86 anni fa: il giorno in cui Benito Mussolini visitò la città. La statua del Bigio venne poi rimossa nel 1945, a seguito dei danni subiti con i bombardamenti.

Più di 70 anni dopo, la storia che ritorna. “Non esistono altri esempi al mondo di statue rimosse dopo la fine di una dittatura, e poi ricollocate – ha concluso il sindaco Del Bono – e noi possiamo essere dei pionieri”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Una svolta storica": la statua del Bigio esce dai magazzini dopo 73 anni

BresciaToday è in caricamento