Venerdì, 22 Ottobre 2021
Attualità

Ronde sul treno Bergamo-Milano: "Dalla Questura nessun provvedimento "

L'assessore alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale Riccardo De Corato è intervenuto in merito a una mozione avente ad oggetto l'organizzazione di 'ronde' sulla linea ferroviaria Bergamo-Milano. 

L'assessore alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale Riccardo De Corato è intervenuto, in Consiglio regionale, in merito a una mozione avente ad oggetto l'organizzazione di 'ronde' sulla linea ferroviaria Bergamo-Milano. 

L'assessore ha comunicato che "sono stati avviati contatti formali con la Questura di Bergamo che ha già anticipato che le 'ronde' segnalate con la mozione in oggetto non hanno determinato l'assunzione di disposizioni di carattere giudiziario. Sono comunque in attesa della risposta formale della Questura" ha aggiunto l'assessore.

"Inoltre - ha affermato De Corato - confermoo la mia partecipazione ad ogni iniziativa volta a sollecitare il rafforzamento della vigilanza sui treni, da parte delle istituzioni. A questo proposito, richiamo il protocollo d'intesa sottoscritto il 23 gennaio 2018, con validità sino al 31 dicembre 2018, tra Regione Lombardia, i Comuni affidanti i servizi di trasporto pubblico locale con modello 'gross cost', i rappresentanti delle forze dell'ordine, comprese le Polizie Locali, e le associazioni di trasporto pubblico regionale e locale della Lombardia  e le aziende Trenord s.r.l. e Navigazione lago d'iseo. Tale protocollo - ha evidenziato l'assessore - permette la libera circolazione sui treni anche degli appartenenti alle Polizie Locali lombarde che prestano ausilio al personale viaggiante o ai cittadini in caso di necessità".  

"Dei 69 nuovi agenti annunciati dal Ministro degli Interni - ha concluso De Corato - alcuni verranno destinati al controllo della rete ferroviaria. Regione Lombardia ha censito l'indice di pericolosità delle linee ferroviarie lombarde, individuando le seguenti come le più pericolose: la Linea S9 (Saronno-Seregno-Milano-Albairate), la linea S8 (Milano-Carnate-Lecco) e Valtellina, la linea S7 (Lecco-Molteno-Monza-Milano), la Mortara-Milano, la
Voghera-Pavia-Milano, la Domodossola-Arona-Milano, la Milano-Carnate-Bergamo. Sono sempre più convinto che su queste linee andrebbero subito utilizzati i militari per evitare che episodi del genere possano ripetersi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ronde sul treno Bergamo-Milano: "Dalla Questura nessun provvedimento "

BresciaToday è in caricamento