rotate-mobile
Attualità Mairano

Al Museo della Civiltà Contadina un corso per diventare "sfoglina"

L'appuntamento speciale con Rina Poletti, la più famosa "sfoglina" d'Italia

Direttrice dell'Accademia della sfoglia, docente della scuola internazionale Alma (la scuola di Gualtiero Marchesi), Rina Poletti è una "sfoglina" dal lontano 1979, e finalmente è arrivata anche nella provincia per formare nuovi allievi. Tra oggi e domani, la più famosa "sfoglina" d'Italia sarà impegnata presso la bella cornice del Museo della Civiltà Contadina di Mairano, nella Bassa Bresciana.
Emiliana, classe 1951, Rina Poletti grazie agli insegnamenti della madre e della sorella maggiore fin da piccola apprende l’arte della sfoglia emiliana. Dal 2008, quando decide di chiudere la propria bottega, Rina Poletti ha intrapreso una instancabile attività di formazione per tramandare i suoi saperi, iniziando a percorrere in lungo e in largo l'Italia organizzando corsi per insegnare a fare la sfoglia emiliana. Nel 2018 ha avviato il progetto “Accademia Della Sfoglia”, una scuola che nasce dall’esigenza di far conoscere l’antica arte del matterello in Italia e nel mondo, e con  Slow Food collabora in un progetto di recupero del patrimonio gastronomico emiliano.
Nei due giorni di corso a Mairano, Rina Poletti, accompagnata dalla "sfoglina" bresciana (ma nata in Puglia) Lucia Damiani, cercherà di insegnare le tecniche d'impasto e di tiratura col mattarello. Nella giornata di sabato i corsisti si dedicheranno a tagliatelle, tagliolini, pappardelle, quadrucci, maltagliati, garganelli, nastrini, stricchetti, farfalle, maccheroni sul pettine, spaghetti alla chitarra e pasta ripiena (tortellini, tortelloni, cappellacci e ravioli). Domenica invece saranno alle prese con gnocco fritto, piadina e rustici.
Rina Poletti-2-2

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al Museo della Civiltà Contadina un corso per diventare "sfoglina"

BresciaToday è in caricamento