L'edificio è "pericoloso", la scuola non può riaprire: trasferiti 70 bambini

Niente più scuola materna Don Minzoni a Rezzato per più di 70 bambini: l'edificio non è abbastanza sicuro. Saranno trasferiti all'istituto Aldo Moro

A meno di un mese dall'avvio delle attività didattiche, lo si può ben definire come un colpo di scena: l'edificio purtroppo non va bene, e i 70 bambini della scuola dell'infanzia Don Minzoni di Rezzato da settembre saranno trasferiti all'istituto intitolato ad Aldo Moro, a qualche centinaio di metri di distanza (insomma, dall'altra parte della città). Una decisione che ha scatenato non poche polemiche in paese, soprattutto tra i genitori.

Scuola allagata dopo il temporale

La struttura, nota anche come “Le Cupole”, è stata realizzata ormai quasi mezzo secolo fa, e paga inevitabilmente il peso degli anni. Già in passato erano stati trasferiti dei bambini dalla zona considerata più ammalorata. E adesso è proprio il dirigente scolastico a spiegare cos'è successo: “Il 20 luglio scorso, a seguito dell'ennesimo allagamento dovuto al temporale, ho chiesto al Comune un sopralluogo tecnico specifico al fine di verificare se vi fossero le condizioni strutturali minime per la riapertura del plesso”, scrive Alessandro Demaria.

“L'amministrazione comunale ha verificato la situazione dell'immobile – scrive ancora il dirigente – e come si evince dalla delibera del 6 agosto, purtroppo non vi sono le condizioni per l'utilizzo scolastico del plesso Don Minzoni. Il sindaco, gli amministratori comunali e non ultimo il dirigente scolastico abbiamo, prima di tutto, l'obbligo di tutelare la sicurezza e la salute dei bambini, degli insegnanti e dei collaboratori scolastici. Pertanto il trasloco dei bambini alla scuola dell'infanzia Aldo Moro è semplicemente un atto dovuto”.

L'intervento dell'amministrazione

Anche la stessa amministrazione entra nel merito della questione, specificando che si tratta di un trasloco provvisorio. “I numerosi sopralluoghi delle ultime settimane – scrivono gli assessori all'Istruzione e all'Edilizia pubblica Elena Bonometti e Matteo Capra – hanno portato in emersione un quadro pessimo, aggravato da un basso livello di antisismicità già evidenziato nel 2014. La scuola Aldo Moro dispone di spazi e servizi utili per il trasloco, ma la scuola Don Minzoni non viene azzerata”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Siamo perfettamente consci del disagio che ci troviamo costretti ad arrecare alle famiglie – concludono gli assessori – ma riteniamo imprescindibile assicurare ai bambini e agli operatori della scuola la massima tutela in termini di ambiente, salute e sicurezza. L'amministrazione ha in programma di realizzare un nuovo plesso scolastico che pensi in grande, e si adopererà per questo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: primo bambino positivo in una scuola bresciana, classe in isolamento

  • Masturbava ragazzini al parco, in cambio gli comprava scarpe e spinelli

  • Incidente in A4 tra Desenzano e Brescia: chilometri di code

  • Precipita per oltre 8 metri: muore sotto gli occhi dei nipotini di 6 e 8 anni

  • Un uomo e un ragazzo fanno sesso sul ciglio della strada: multa da 20.000 euro

  • Apre nuovo supermercato: maxi-store da 3.800 mq aperto tutti i giorni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento