Attualità

Cambio al vertice di due commissariati, nuovi funzionari per l’anticrimine e la polizia amministrativa

I nuovi funzionari presentati dal questore Spina

Sono approdati in città alla fine di agosto e da pochi giorni hanno preso servizio i tre nuovi funzionari della Questura di Brescia. Non sono rinforzi, ma sostituiscono colleghi che sono stati trasferiti in altre città. Le new entry sono state presentate alla stampa, e di riflesso alla cittadinanza, nella mattinata di oggi (mercoledì 6 settembre). A fare gli onori di casa ci ha pensato il questore Eugenio Rodolfo Spina che annunciato i cambi ai vertici del commissariato di Desenzano e del Carmine. 

Cambio al vertice dei commissariato di Desenzano e del Carmine

A guidare il presidio di polizia della cittadina gardesana ci penserà il vice questore aggiunto Daniela Braida. Classe 1982, dopo la laurea in giurisprudenza e il corso di formazione biennale per commissari presso la scuola superiore di polizia a Roma, è stata assegnata alla questura di Verona. Successivamente, in qualità di dirigente, ha guidato prima il commissariato di Mirandola (Modena) poi l’ufficio Immigrazione della cittadina emiliana. A lei il commissario capo Alberto Azzini lascerà il comando del commissariato di Desenzano dopo l’esibizione delle frecce tricolori in programma nel weekend.

Un volto già noto prenderà il timone del commissariato cittadino del Carmine: si tratta del commissario capo Arturo Valletta, già in forza alla divisione polizia amministrativa della questura, dal 4 settembre ha assunto la dirigenza del presidio di polizia situato nel cuore di Brescia. Il suo posto nella squadra di poliziotti che si occupano di questioni centrali come l’emissione dei passaporti e il rilascio del porto d’arma verrà preso dalla new entry Nancy Perrotta. Nata a Bergamo nel 1993, dopo il diploma presso l'Istituto Tecnico Aeronautico, ha conseguito la laurea in giurisprudenza e successivamente l’abilitazione all’esercizio della professione di avvocato. Entrata a far parte della polizia di stato nel 2022, ha completato il 111° Corso di formazione per commissari e conseguito il master di secondo livello in "Diritto, organizzazione e gestione della sicurezza.". 

Due nuovi funzionari

E proprio quella dei passaporti resta, citando testualmente il questore “una sfida complicata e complessa”. Per snellire le liste di attesa e velocizzare l’iter per il rinnovo, lo scorso novembre era stato aumentato il numero degli appuntamenti prenotabili tramite il portale (da 80 a 140 al giorno) e prolungata l’apertura dell’ufficio preposto al sabato mattina. Ma non è bastato per snellire le liste di attesa, inoltre la Questura ha annunciato che non potrà più fare affidamento sul personale amministrativo esterno a causa di un ricorso amministrativo in seguito al concorso per l’assegnazione dell'incarico. L’invito del questore per chi necessita di ottenere il documento in tempi brevi per questioni di lavoro, di salute, di studio o turismo è quello di inviare una pec (con documentazione annessa che comprovi l’urgenza) a questo indirizzo: dipps116.0000@pecps.poliziadistato.it. 

Anche Il commissario Giovanni Tullio Gozzini ha appena completato il corso di formazione per commissari ed è stato assegnato alla divisione anticrimine che si occupa, tra le altre cose, dell'emissione dei Daspo e dei provvedimenti di sorveglianza speciale. Una divisione cruciale che, ha sottolineato il questore Spina, "era necessario rinforzare".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cambio al vertice di due commissariati, nuovi funzionari per l’anticrimine e la polizia amministrativa
BresciaToday è in caricamento