Cemento che si stacca, ferro in vista: anche Brescia ha il suo ponte malato

Il cavalcavia che collega la A21 e la A4 (al casello di Brescia Centro) comincia a mostrare i segni del tempo: sono due ponti gemelli molto trafficati

Quel che resta del ponte crollato a Genova: sono 43 le vittime (Foto da Genovatoday.it)

Già avevamo scritto dei cinque ponti considerati a rischio, in tutto il territorio bresciano, tenuti sotto “stretta osservazione” e dove è già stato vietato il transito ai mezzi pesanti. Ma all'elenco ne manca un sesto, di cui a quanto pare nessuno si era mai accorto: come scrive Bresciaoggi si tratta del ponte (anzi, del doppio ponte) che collega le autostrada A4 e A21 non lontano dal casello di Brescia Centro.

Un cavalcavia molto trafficato, e che per questo dovrebbe meritare particolare attenzione. In questo caso le immagini raccontano di una situazione che a prima vista (e anche alla seconda) pare molto complicata. Il passare del tempo e l'usura hanno infatti scrostato le pareti esterni dei pilastri portanti, che hanno già perso parecchi “detriti” (visibili anche alla loro base). E non mancano nemmeno le infiltrazioni d'acqua.

La perdita di intonaco e di cemento è così profonda che si vedono bene le griglie in ferro che vanno a comporre lo “scheletro” dei pilastri che sorreggono i due trafficati cavalcavia, due ponti gemelli (e più meno nello stesse condizioni) che proseguono uno dopo l'altro e appunto “gestiscono” l'intersezione tra la Milano-Venezia e la Brescia-Cremona-Torino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma la situazione è davvero critica? “Forse il rischio di un crollo non è immediato – si legge su Bresciaoggi – ma lo stato di degrado della struttura si percepisce a occhio nudo. Senza neppure fermarsi: anche al volante il deterioramento del cemento armato è evidente. Tanto che, dopo l'immane tragedia del crollo del ponte Morandi di Genova, viene da chiedersi come sia possibile che finora nessuno l'abbia mai notato, o segnalato”.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Brescia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Niente norme anti-Covid, cuoco e pizzaiolo senza protezioni: chiuso ristorante

  • Si accascia sul divano e muore davanti al marito e ai figli: aveva solo 46 anni

  • Follia al bar: padre e figlio scatenano una rissa, devastano il locale e aggrediscono la barista

  • Sputi, insulti, sassi contro auto e ciclisti: ora il paese ha paura della baby gang

  • Stroncato da una malattia a soli 54 anni, morto noto bassista bresciano

  • Si tuffa e non riemerge, salvato dalla fidanzata: la sua vita è appesa a un filo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento