Un secolo e mezzo di 'pirloni' e caffè: chiudono due storici locali

Per gli abitanti di Cogno è come una doccia gelata, in piena estate: dopo decenni di attività hanno chiuso gli storici bar del paese

Foto di repertorio

Il segno dei tempi, inesorabile: le fabbriche chiuse, la popolazione che invecchia, il ricambio generazionale (anche con l'immigrazione) che non basta. E il paese che si svuota, un po' alla volta, con tutte le conseguenze del caso: a Piancogno altri due storici locali hanno chiuso i battenti. Non è detto che sia un addio, magari è solo un arrivederci: intanto però sono due le serrande abbassate, in piena estate.

Lo scrive il Giornale di Brescia: fa specie (e a molti) sapere che a Cogno ha chiuso il bar dei Caretta, un pezzo di storia aperto ormai da più di 70 anni, tra i più antichi del paese e uno dei migliori “prototipi” del bar sport all'italiana. In pieno centro, offriva non solo caffè e aperitivi ma anche le schedine ai tempi del Totocalcio, il lotto, i biglietti dell'autobus, le ricariche telefoniche.

Forse meno longevo, ma non per questo meno importante, anche il bar del centro sportivo comunale. Aperto da almeno 50 anni, affacciato sui campi da gioco e punto di riferimento non solo per chi giocava a pallone, a tennis o a bocce, ma per i tanti di passaggio che si fermavano a bere un caffè o un bianco.

Negli ultimi tempi era gestito da un'associazione sportiva, che però alla scadenza del contratto non ha voluto continuare. A quanto pare problemi di affitto anche per il bar dei Caretta: non si sarebbe arrivati a un accordo per la gestione. Insieme facevano quasi un secolo e mezzo di storia: tutto chiuso, per adesso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Devi far sesso con me, ma voglio i soldi": si rifiuta, lei lo butta giù dalla finestra

  • Tragico infortunio sul lavoro: morto giovane operaio

  • Da pochi mesi in Indonesia, morto a 42 anni Davide Savelli

  • Emergenza coronavirus: scuole chiuse in tutta la Lombardia

  • E' morto Menec: la sua storica trattoria meta di celebrità e calciatori

  • Coronavirus in Lombardia: 100 persone a rischio, 70 vanno in quarantena

Torna su
BresciaToday è in caricamento