Attualità

Chiusure dopo la Pasqua: fino a quando la Lombardia resterà in zona rossa

Fontana ufficializza altri sette giorni di restrizioni

Non si attenua il rosso della Lombardia. La regione, nella fascia a rischio Covid più alto già dal 15 marzo, resterà in zona rossa per almeno altri sette giorni. Dal 3 al 5 aprile tutta l’Italia si troverà in zona rossa per la festività di Pasqua, ma anche nei giorni a seguire il ritorno in arancione al momento pare un miraggio. 

A certificarlo è stato il presidente Attilio Fontana, che mercoledì dopo aver annunciato l'avvio della fase massiva della campagna vaccinale anti covid per il 13 o 14 aprile, ha fatto qualche previsione sul colore della "sua regione".

"Tutti i dati vengono comunicati come sempre alla fine della settimana, venerdì potremo fare il punto della situazione", ha detto dopo l'incontro avuto con il generale Paolo Figliuolo, coordinatore nazionale per i vaccini, e con il capo della protezione civile, Fabrizio Curcio. In attesa del report dell'istituto superiore di sanità, però, le premesse non sono comunque delle migliori.

"Quello che posso dire è che certi dati stanno migliorando sicuramente. L'indice Rt si è abbassato in maniera molto considerevole, ma - ha sottolineato il governatore - abbiamo ancora un po' di valutazioni negative legate alle occupazioni degli ospedali e delle terapie intensive. Fino a venerdì sicuramente saremo in zona rossa, ma penso che lo saremo per tutta la settimana di Pasqua, tenendo conto che sarà zona rossa tutta Italia su disposizione del governo", ha previsto Fontana.

La Lombardia sembra quindi destinata a rimanere “rossa” fino a domenica 11 aprile, nella speranza che la situazione cambi il lunedì successivo a fronte di dati Iss positivi. "Mi auguro - ha aggiunto il governatore - che finito il periodo delle vacanze pasquali si possa cominciare a respirare".

Fonte: Milanotoday.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiusure dopo la Pasqua: fino a quando la Lombardia resterà in zona rossa

BresciaToday è in caricamento