Giovedì, 28 Ottobre 2021
Attualità Centro

Intervento al Parco Falcone Borsellino dei Volontari di Scientology

Ministri Volontari di Scientology si sono recati al Parco Falcone Borsellino per raccogliere i rifiuti abbandonati diffondendo un messaggio di cura per l'ambiente.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

I volontari di Scientology diffondono sensibilità individuale per l'ambiente. Sono stati 11 i Ministri Volontari di Scientology che si sono recati al parco Falcone Borsellino della città, situato fra la via F.lli Ugoni e Via dei Mille. Lo hanno fatto, come di consueto, per diffondere una sempre maggiore sensibilità individuale verso la necessità, sempre più impellente, di rispettare l'ambiente. Con le magliette gialle, i guanti, le pinze ed i sacchi, i volontari hanno perlustrato il parco su entrambi i lati raccogliendo 5 sacchi di rifiuti abbandonati nel parco pubblico. Sempre ispirati dal loro motto "Qualcosa si può fare a riguardo" i volontari hanno raccolto cartacce, bottiglie, plastica e mozziconi abbandonati in quantità. La necessità di una sensibilizzazione individuale sorge dalla constatazione che senza l'impegno dei singoli cittadini anche i migliori sforzi delle amministrazioni sono destinati a mancare l'obiettivo. Al contrario ed a conferma, una completa attenzione a ciò che ognuno di noi potrebbe voler disperdere nell'ambiente, permetterebbe di raggiungere ottimi risultati. L'iniziativa vuole quindi, da un lato ripulire in concreto il parco, ma soprattutto vuole sensibilizzare sulla rilevanza del ruolo che ognuno di noi riveste nella salvaguardi dell'ambiente.

I visitatori presenti hanno assistito alla iniziativa con curiosità ed apprezzamento complimentandosi con i volontari e cominciando guardarsi attorno per non lasciare nulla di abbandonato. Sabato prossimo 9 ottobre alle 16.30, i volontari saranno al Parco Tarello. Come sempre, chiunque lo desiderasse potrà unirsi liberamente al gruppo. Ministri Volontari della Chiesa di Scientology Che prestino servizio presso le proprie comunità o che si trovino all’altro capo del mondo, il motto dei Ministri Volontari di Scientology è “Qualcosa si può fare”. Questo programma, creato a metà degli anni Settanta da L. Ron Hubbard e patrocinato dalla Church of Scientology International come servizio religioso sociale, oggi costituisce una delle più ampie e visibili forze di soccorso indipendenti a livello internazionale. Un Ministro Volontario è una persona che “aiuta il suo prossimo come opera di volontariato, ripristinando lo scopo, la verità e i valori spirituali nella vita degli altri”.

Centinaia di migliaia di persone, al di là del loro credo, sono state addestrate, di persona oppure online, su un’ampia serie di tecniche basate sui fondamenti di Scientology per alleviare le sofferenze fisiche, mentali e spirituali e migliorare ogni aspetto della vita: comunicazione, studio, matrimonio, modo di allevare i figli, affrontare lo stress, avere successo nel lavoro, raggiungere le proprie mete e molto altro ancora. Inoltre, una rete globale di volontari forma la Squadra Permanente di Ministri Volontari per Intervento in Caso di Calamità, che si mobilita in caso di calamità causate dall’uomo o naturali, rispondendo all’appello ovunque sia necessario. Collaborando con circa 1.000 organizzazioni ed enti, tale squadra ha utilizzato le proprie abilità ed esperienza per fornire supporto fisico e aiuto spirituale in centinaia di luoghi colpiti da calamità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Intervento al Parco Falcone Borsellino dei Volontari di Scientology

BresciaToday è in caricamento