rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Attualità

La Lombardia spinge: no-vax esclusi ovunque, dai cinema ai ristoranti

Il governato Fontana chiede l'esclusione dalle attività ricreative (bar, ristoranti, cinema, teatri, palestre)

La quarta ondata avanza in tutta Italia, Lombardia compresa; il governatore Fontana non usa giri di parole, riguardo le misure da adottare per cercare di arginarla: "Non dobbiamo né possiamo aspettare altro tempo – ha dichiarato –. Non possiamo aspettare che il virus detti regole gioco. Servono provvedimenti rapidi, limitati a fascia di persone. Un Green Pass che consenta attività solo a chi è vaccinato o guarito. Non deve esserci inerzia. Importante tutelare sicurezza aperture, continuità attività commerciali e imprenditoriali e tutelare chi ha fatto proprio dovere, ha rispettato richieste dello Stato".

Oggi è prevista la cabina di regia del governo per decidere sulle nuove misure, l'ormai celebre "Super Green Pass" che escluda maggiormente i non vaccinati dalle attività ricreative (bar, ristoranti, cinema, teatri, palestre), poi toccherà al premier Mario Draghi trattare con le forze di maggioranza e tirare le somme (forse già domani). La regola del 2G, anche in zona bianca, porterebbe a un bando totale dei no-vax da lunedì prossimo, ad eccezione dei luoghi di lavoro. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Lombardia spinge: no-vax esclusi ovunque, dai cinema ai ristoranti

BresciaToday è in caricamento