Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Neve in pianura ad aprile, è possibile? Sui social impazza la curiosità

Poteva sembrare neve mista a pioggia, e invece no: è una forma rara di grandine molle, caduta domenica anche in provincia di Brescia

 

Neve in pianura ad aprile? E con temperature comprese tra i 7 e i 10 gradi? Fosse successo davvero, sarebbe stato incredibile. Un fenomeno che sarebbe andato ben oltre le leggi della fisica. Non è andata così, ovviamente: ma in tanti sui social hanno segnalato la stranezza, e appunto un'improbabile nevicata in pianura.

Ma cos'è successo allora? Si tratta di un fenomeno raro, ma comunque ben presente in natura. Nella pratica, si è trattata di una grandinata: ma non come quella che tutti conosciamo bene, e che purtroppo anche quest'estate non dovrebbe mancare, ma una grandine più “soft”, con i chicci non duri come mattoni ma morbidi e friabili.

Mistero svelato: Graupeln

Nel senso che una volta toccato terra, o i tetti o i cofani dell'auto, si sono sciolti come neve al sole. Appunto. Dunque niente pioggia mista a neve, ma grandine nella sua forma insolita: in gergo tecnico si chiama “Graupeln”, una grandine che dopo essersi staccata dalle nuvole si scioglie, e quando arriva a terra assume un aspetto simile alla neve.

Non è la prima volta che succede, chiaro: basta un clic su Google per verificare decine di avvenimenti, accaduti in tempi recenti o meno in tutta Italia. Ed era già capitato anche a Brescia, nel maggio di cinque anni fa, come testimoniato da un video pubblicato in quel di Mompiano.

Potrebbe Interessarti

Torna su
BresciaToday è in caricamento