Nadia Toffa, l'ultima apparizione in televisione: "Ma quanto mi siete mancati!"

Sono passati mesi dall'ultima apparizione televisiva di Nadia Toffa: era il 22 gennaio scorso. Ai primi di luglio i suoi ultimi post sui social

“Ma quanto mi siete mancati, siete meravigliosi. Voi in studio e il pubblico a casa”. Aveva esordito così Nadia Toffa, il 22 gennaio scorso: una data che resterà nella storia, il giorno della sua ultima apparizione televisiva. Era attesa in tv anche in primavera, ma le sue condizioni di salute purtroppo non glielo consentiranno più. Era già iniziato il triste conto alla rovescia, che porterà alla sua inevitabile resa. Uccisa dal cancro con cui ha combattuto per due anni. Come una leonessa. Ma costretta ad arrendersi alla malattia.

La sua ultima apparizione televisiva

Vestita di bianco, i capelli biondissimi e il suo sorriso contagioso. Le unghie laccate di nero. L'abbraccio ai suoi colleghi, Giulio Golia e Matteo Viviani. “Che bello vedervi, che bello essere qua”. Le parole sincere di una giovane donna che ha lasciato il segno. Per le sue inchieste, prima. Per il suo restare umana, sempre. Per la sua lotta senza tempo con il cancro al cervello di cui si era accorta alla fine del 2017, quando venne colta da un improvviso malore.

La sera della sua ultima apparizione televisiva si parlava anche dei suoi capelli: “Stanno cominciando a crescere”, aveva detto la iena Matteo Viviani. “Non vuol dire che io sia guarita – aveva risposto Nadia – però è un buon segnale, anche solo guardarsi allo specchio e riconoscersi, tornare un po' com'eri”.

Il suo ultimo post su Instagram

Il suo ultimo post su Instagram, invece, risale al 1 luglio scorso. Sempre sorridente, come già ha sempre abituati. In braccio la sua cagnolina, la piccola Totò: “Io e lei unite contro l'afa”, scriveva Nadia. “Vi bacio tutti tutti tutti”. Un paio di giorni dopo sarà il tempo anche della sua ultima traccia su Twitter: il 3 luglio, in risposta a un tweet dell'amico Luca Bizzarri.

Nadia è morta per un cancro al cervello: la spiegazione degli oncologi italiani

Con il passare dei giorni in tanti si sono chiesti che fine avesse fatto. Lei che nonostante tutto non aveva mai abbandonato i social network, per raccontare della sua lotta e per rispondere ai tanti, tantissimi fan. La risposta è arrivata dopo, quando tutto ormai stava per finire. Nadia Toffa dal luglio scorso era ricoverata alla Domus Salutis di Brescia. Le sue condizioni si erano ormai irrimediabilmente aggravate. Aveva compiuto 40 anni solo poche settimane prima, il 10 giugno.

I funerali

In tantissimi si sono presentati al suo funerale, venerdì scorso in Duomo. “Era dalla parte dei deboli, è stata amata e odiata – ha detto di lei il parroco don Maurizio Patriciello, simbolo della lotta nella Terra dei Fuochi campana – Ha pagato la sua voglia di giustizia e di verità, ma proprio per questo è stata amata. Ha saputo fare del suo lavoro una missione. Siamo in debito con te, Nadia: sei stata capace di mettere l'Italia sottosopra, hai unito il Nord e il Sud. Hai chiamato il cancro con il suo nome, hai raccontato le tue fragilità dandoci coraggio”.

Il cancro

Nadia Toffa è morta per un cancro al cervello. Una malattia terribile, molto aggressiva e tra le più letali. I tumori cerebrali maligni infiltrano e distruggono il tessuto sano circostante. Tuttavia, a differenza di altri tumori in altre parti del corpo, molto raramente danno metastasi. Eppure fanno male. Eppure uccidono. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Oggi la principale forma di intervento contro il cancro al cervello è l'intervento chirurgico, che serve a ridurre la pressione intracranica esercitata dalla massa tumore. Per completare l'operazione, nella maggior parte dei casi viene poi effettuata una radioterapia, con cicli di radiazioni ionizzanti che hanno lo scopo di distruggere le cellule tumorali residue. A volte viene associata la chemioterapia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla e Ines, la tragedia sulla strada per le vacanze

  • Si sente male nel suo locale, ristoratore bresciano muore mentre sta lavorando

  • Coronavirus, in Lombardia via libera a calcetto e discoteche

  • Esce a buttare lo sporco e non torna: scomparsa giovane mamma bresciana

  • Travolta in allenamento, è morta Roberta Agosti: era la compagna di Marco Velo

  • Si appoggia a un masso e precipita nel vuoto: addio a Saverio

Torna su
BresciaToday è in caricamento