Attualità

Ragazza massacrata a coltellate, l’assassino "era incapace di intendere"

Secondo il perito nominato dal giudice, Abderrahaim El Moukhtari era incapace di intendere e di volere nel momento in cui sferrò le 10 coltellate che uccisero Nadia Pulvirenti

Nadia Pulvirenti

Non era in grado di comprendere cosa stava facendo e di controllare i propri impulsi: secondo il perito nominato dal giudice, Abderrahaim El Moukhtari era incapace di intendere e di volere mentre sferrava le 10 coltellate che hanno ucciso Nadia Pulvirenti.

È quanto emerso durante l'udienza del processo, con rito abbreviato, per l'omicidio della 25enne di Castegnato, terapista della riabilitazione psichiatrica. Un delitto efferato avvenuto in un mini alloggio della Cascina Clarabella di Iseo, dove il 54enne marocchino, affetto da problemi psichici, era in cura da anni.

La sentenza è attesa per il 17 maggio: stando alla consulenza presentata dal perito, è possibile che il giudice disponga il trasferimento di Moukhtari in una residenza per l'esecuzione delle misure di sicurezza. 

I fatti risalgono alla mattina del 24 gennaio del 2016: Moukhtari e Nadia erano soli all'interno dell'appartamento, quando il 54enne - considerato socialmente pericoloso- in preda a un raptus di follia ha accoltellato più e più volte la sua terapista con un coltello da cucina. La 25enne aveva anche provato a difendersi, proteggendosi con le mani, gridando a squarciagola per attirare l'attenzione, ma non c'era stato nulla da fare: non era riuscita a sottrarsi alla furia omicida del suo paziente. 

Mentre il personale della struttura e i sanitari del 118 soccorrevano la giovane terapista, il 54enne marocchino si era dato alla fuga a piedi. Era stato individuato e fermato poco dopo, con i vestiti ancora sporchi di sangue. Portato in caserma e interrogato dagli inquirenti, si era avvalso della facoltà di non rispondere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazza massacrata a coltellate, l’assassino "era incapace di intendere"

BresciaToday è in caricamento