rotate-mobile
Venerdì, 23 Febbraio 2024
Attualità Montichiari

La legionella torna a far paura: nuovo caso nel Bresciano

A 4 anni dall’epidemia che colpì la Bassa torna l’incubo

Come se non bastassero il Covid e i casi di febbre del Nilo, con la prima vittima nel Bresciano, torna anche l’incubo legionella. Proprio a Montichiari, paese tra i più colpiti dell’epidemia del 2018 che si concluse con una decina di decessi e un migliaio di contagiati.

Come scrive Bresciaoggi, nell’ospedale della cittadina della Bassa è stato accertato un caso di legionellosi, l'infezione polmonare causata dal batterio Legionella pneumophila. Si tratta di una persona residente nella Bassa orientale, arrivata al pronto soccorso nella giornata di venerdì. Le sue condizioni, per fortuna, non sarebbero critiche. 

Nel nosocomio sono immediatamente scattate le procedure di rito: il paziente è stato isolato ed è stata attivata la profilassi prevista in questi casi per il personale sanitario.

Che cos'è la legionella e come si trasmette

La legionellosi, nota anche come "malattia del legionario", è un'infezione polmonare causata dal batterio Legionella pneumophila, responsabile di oltre il 90% delle infezioni. Le legionelle sono presenti negli ambienti acquatici naturali e artificiali come acque sorgive, termali, fiumi, laghi, fanghi e altro. 

Da questi ambienti raggiungono quelli artificiali, come condotte cittadine e impianti idrici quali serbatoi, tubature, fontane e piscina, che possono agire come amplificatori e disseminatori del microrganismo, creando una potenziale situazione di rischio per la salute umana. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La legionella torna a far paura: nuovo caso nel Bresciano

BresciaToday è in caricamento