Scatta il coprifuoco, ma parte la 1000 Miglia: al via 400 bolidi d'epoca

In mattinata le verifiche tecniche in Piazza Vittoria, alle 14 la partenza da Viale Venezia

Piazza Vittoria, 1000miglia 2020 © Bresciatoday.it

Bolidi rombanti in centro storico pronti a partire - dopo le verifiche tecniche in piazza Vittoria - da Viale Venezia. Nessun bagno di folla, ovviamente causa pandemia, e davvero pochissime persone per le vie del centro a salutare i piloti e scattare qualche selfie accanto alle 400 auto d'epoca che, alle 14, lasceranno Brescia per dare via alla competizione di regolarità storica. 

E non poteva essere altrimenti visto il periodo storico: la manifestazione, già rinviata lo scorso maggio causa Covid, comincia proprio nel giorno in cui in Lombardia scatta il coprifuoco. Con i contagi che crescono in maniera esponenziale e gli ospedali che comincino ad essere saturi, c'è ben poca voglia di sventolare bandierine e ammirare i dettagli delle auto d'epoca che attraverseranno l'Italia colpita duramente dalla pandemia, per fare ritorno, domenica pomeriggio, nella nostra città. E sui social le polemiche si susseguono da giorni: sono tantissimi i bresciani che si chiedono se fosse davvero indispensabile che lo show (per pochi) andasse avanti, nonostante tutto.

Piloti e organizzatori viaggeranno in una 'bolla', è stato scritto e detto più volte in questi giorni. E i protocolli di sicurezza adottati devono essere davvero rigidi, tanto da convincere le autorità locali a dare il via alla gara, nonostante il parere contrario del presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana. E per 4 giorni tutti i 400 equipaggi partecipanti, molti dei quali stranieri, viaggeranno evidentemente anche in "una bolla temporale", dimendicandosi dalle grave crisi sanitaria ed economica che sta colpendo il mondo intero: loro dovranno pensare solo a guardare i cronometri e a godersi i suggestivi panorami delle tante città che attraverseranno.

Il percorso

Dopo aver lasciato la pedana di Viale Venezia, alle 14 di giovedì, i bolidi si dirigeranno verso il Garda, passando per Desenzano e Sirmione, per poi raggiungere Mantova, Ferrara e Ravenna, Cervia e Milano Marittima dove si chiuderà la prima tappa. Venerdì sera l'arrivo a Roma  dopo aver attraversato Cesenatico, San Marino, Urbino, Macerata, e le zone segnate dal terremoto del 2016: Fermo, Ascoli Piceno e Amatrice. 

Sabato la tappa più lunga:i bolidi attraverseranno in successione Ronciglione (VT), Viterbo, Radicofani (SI) e Castiglione d’Orcia (SI), per sostare poi nella magnifica Piazza al Campo a Siena. Risalendo da Lucca e passando per Viareggio, lasceranno la Toscana attraverso il Passo della Cisa, per raggiungere Parma. Domenica il ritorno a Brescia passando per Salsomaggiore Terme (PR), Castell’Arquato (PC), Lodi, Pandino, Treviglio e Bergamo.

Qui i dettagli del percorso

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pranzo in trattoria, 280 euro di multa a 26 operai: "Come possono mangiare al gelo?!"

  • Zone gialle, arancioni e rosse, cosa succede il 6 dicembre: c'è attesa per la Lombardia

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Ragazza di 13 anni scomparsa con l'amica, madre disperata: "Torna a casa amore mio"

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Si compra la cocaina con i soldi delle multe: sospeso agente della Locale

Torna su
BresciaToday è in caricamento