rotate-mobile
Attualità

Microeditoria di qualità: i lettori bresciani all’opera per scegliere i testi migliori

Cinque categorie, 223 titoli, 1.110 libri distribuiti nelle biblioteche di Brescia e provincia

Sarà una lunga estate di piacevole lavoro per gli utenti e i bibliotecari della rete Bibliotecaria Bresciana. Nelle scorse settimane sono stati distribuiti i 1.110 libri ricevuti dai piccoli editori che partecipano alla quattordicesima edizione del Concorso Microeditoria di qualità, promosso nell’ambito dell’omonima rassegna dal Sistema Bibliotecario Sud Ovest Bresciano di Chiari e dall’associazione L’Impronta. L’obiettivo è quello di far emergere e valorizzare i titoli più significativi pubblicati dai piccoli – o piccolissimi – editori italiani partecipanti all'iniziativa.

Alle solite quattro categorie, narrativa (84 titoli in concorso), saggistica (58 titoli), bambini (54 titoli) e ragazzi (8 titoli), se n’è aggiunta una quinta, quella dedicata al fumetto, con 19 titoli in competizione. I lettori della Rete Bibliotecaria sono invitati entro il 15 settembre a leggere le opere in concorso e a compilare la scheda di valutazione, in formato cartaceo da consegnare ai bibliotecari, o direttamente online a partire dalla pagina del concorso (opac.provincia.brescia.it/library/sudovest/microeditoria-di-qualita). La valutazione dei lettori concorrerà - assieme al giudizio di una giuria ristretta di lettori, bibliotecari, insegnanti, membri dell'associazione L'Impronta, studenti di istituti superiori, coordinati da Paolo Festa, presidente de L'Impronta - alla decisione sull'assegnazione dei "marchi di qualità" e alla scelta dei libri vincitori delle cinque categorie del concorso. La premiazione avverrà a novembre, all'interno della ventunesima edizione della Rassegna della Microeditoria (3 - 4 - 5 novembre).  

«Lo scorso anno, le pubblicazioni delle piccole case editrici hanno trovato una loro collocazione sugli scaffali delle nostre biblioteche e gli utenti della Rete Bibliotecaria hanno potuto leggere e esprimere le loro opinioni e impressioni attraverso il concorso promosso dalla Rassegna della Microeditoria. Il Sistema Bibliotecario Sud Ovest Bresciano – commenta la Presidente del Sistema, Manuela Savoldini – anche quest’anno promuove e sostiene con piacere questa iniziativa che ha coinvolto e interessato piacevolmente i nostri lettori. L’obiettivo comune è diffondere la cultura e aiutare i giovani scrittori emergenti ad affermarsi nel panorama letterario. Il ruolo delle biblioteche è quello di essere cassa di risonanza per la cultura in generale e il nostro compito è aiutare il processo di diffusione.  Poter trovare sugli scaffali pubblicazioni di piccole case editrici, che difficilmente trovano spazio sui ripiani delle librerie – conclude la Presidente – è in linea con la nostra volontà di far emergere queste pubblicazioni, con l’augurio che possano diventare cultura per e di tutti». 

Oltre ai migliori titoli di ciascuna categoria, durante la Rassegna della Microeditoria verranno assegnati alcuni riconoscimenti particolari. Fondazione Cogeme selezionerà il titolo che in maniera più efficace divulga o racconta attenzione e sensibilità per ambiente e cultura del territorio. Brescia si legge – un progetto collettivo ed aperto di promozione culturale, dedicato ai libri che raccontano Brescia e la sua provincia – premierà il miglior titolo ambientato nella nostra provincia, o che la riguarda, pubblicato nei 18 mesi precedenti il concorso, libro. Infine, i ragazzi dell'Istituto superiore Gigli di Rovato assegneranno il “Premio giovani” all'opera che maggiormente li avrà coinvolti.

Oltre agli otto premi, verranno assegnati i “Marchi Microeditoria di Qualità”, una sorta di bollino di qualità che aiuti i lettori a scegliere a colpo sicuro i titoli da leggere al di fuori del circuito mainstream degli editori che più facilmente si trovano in commercio. Paolo Festa, presidente de L'Impronta: «Il concorso Microeditoria di Qualità è nato tredici anni fa con l'idea di essere una "bussola" per aiutare i lettori a orientarsi nel mondo della produzione libraria degli editori indipendenti. Edizione dopo edizione, grazie al coinvolgimento delle biblioteche e ai giudizi dei lettori, alla giuria più ristretta formata da lettori forti ed esperti, alla collaborazione con gli studenti di istituti superiori e al sostegno di fondazione Cogeme, sono stati molti i testi che hanno ottenuto il marchio e di Qualità o il premio come miglior libro nelle diverse categorie. Segno della bontà del lavoro fatto e della credibilità della proposta costruita negli anni è il livello sempre crescente dei titoli proposti e il grande numero di titoli in concorso quest'anno. La novità 2023 – conclude Paolo Festa – è l'introduzione della categoria dei fumetti, grazie alla collaborazione con Maledizioni, anima insieme all'Impronta della Microeditoria del fumetto». Buone letture.

Per informazioni: Sistema Sud Ovest Bresciano 030-7008339

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Microeditoria di qualità: i lettori bresciani all’opera per scegliere i testi migliori

BresciaToday è in caricamento