Oscar dei film porno, il trionfo di Mario: "Dico grazie alla mia dolce metà"

Il giovane Mauro Braga, 27enne di Suzzara, si è meritato il premio come miglior attore emergente agli Oscar italiani dei film porno

Gli amici (e le amiche) lo chiamano Maurone, e non perché di statura sia tanto alto: a soli 27 anni si è già meritato il suo primo Oscar del porno. SI chiama Mauro Braga, originario di Suzzara, basso Mantovano: ha cominciato il mestiere da circa un anno, con la benedizione di Rocco Siffredi. Proprio nella sua villa di Budapest, infatti, ha sostenuto i primi provini.

Uno stage con Rocco Siffredi

Ora Mauro lavora per la nota casa di produzione hard CentoXCento. E grazie alle sue più recenti (e apprezzate) performance, si è guadagnato la candidatura tra i migliori attori emergenti all'Italian Porn Award, appunto gli Oscar della pornografia italica sanciti dai voti sulla piattaforma Hard Channel.

“Grazie mille di cuore, questi sono sogni e passioni”, scrive Braga su Facebook, ringraziando anche la sua “dolce metà”, la compagna di vita e di lavoro Marilena Distlio. Come detto è in pista da pochi mesi, ma il giovane Mauro ha già imparato i trucchi del mestiere proprio dal migliore, Rocco Siffredi, che dopo i provini lo ha “educato” con una sorta di stage formativo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La filosofia di Mauro Braga

Giovane, ma con le idee molto chiare: “La mia visione di porno è differente – scrive Mauro – Il porno deve rivolgersi a tutti, anche alle donne. Il mio pensiero è diverso, ogni donna ha la sua sensualità, un suo portamento al sesso, i suoi desideri, i suoi segreti, un modo di godere diverso. Le mie scene le voglio verde, cucirle addosso alle attrici. Cioè capirle, ascoltarle, dare modo a loro di esprimere la loro visione del sesso e del porno”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Crisanti: "Vi spiego perché il Natale può essere un'opportunità"

  • Nuovo Dpcm, barista bresciana si ribella: “Io non chiudo alle 18, arrestatemi”

  • Incubo coronavirus: 237 casi a Brescia, i nuovi contagi Comune per Comune

  • Covid: a Brescia oltre 300 nuovi casi e una vittima, i nuovi contagi Comune per Comune

  • Terribile incidente: precipita elicottero, morto dirigente d'azienda

  • Coronavirus, 177 contagi in 24 ore: i nuovi casi Comune per Comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento