Attualità Azzano Mella

Ha massacrato Mara a calci e bastonate: lo Stato gli pagherà la sepoltura

Sarà a carico dello Stato, o meglio del Comune di competenza, la sepoltura di Moustafa El Chani, il 32enne che ha ucciso a calci e bastonate la 46enne Mara Facchetti

Era solo, lontano da tutti, legato solo e soltanto a Mara, la donna che per lui era diventata un'ossessione, tanto da portarlo a compiere il crudele gesto di ucciderla, per poi togliersi la vita a sua volta. Nessuno ha chiesto di lui, nessun familiare, nessun parente lontano: Moustafa El Chani, 32 anni, a quanto pare non aveva nessuno.

Uccisa a calci, pugni e bastonate

Non aveva nemmeno una residenza, e neppure il permesso di soggiorno: per qualche tempo aveva abitato a Brandico. La salma di El Chani ora si trova al Civile di Brescia, insieme a quella di Mara Facchetti, la donna di 46 anni che lui ha ucciso a calci, pugni e bastonate. Nelle prossime ore entrambi i corpi saranno sottoposti all'esame autoptico.

Fatto questo, potranno essere organizzati i funerali: quello di El Chani, senza parentele, dovrà essere organizzato a carico dello Stato, con le spese pagate dal Comune che verrà considerato di competenza. E quindi Brandico, dove appunto per qualche tempo era domiciliato, oppure Azzano Mella, il paese dove sono stati ritrovati i corpi, oppure ancora Brescia.

La sepoltura di El Chani a carico dello Stato

Una situazione che provoca inesorabilmente un corto circuito morale: tutti devono avere giusta sepoltura, anche i criminali. Ma provoca inesorabile indignazione anche il fatto che sarà a carico dei cittadini. Però qual è l'alternativa? Non c'è. La società civile passa anche da questo.

Tutta la comunità, intanto, si stringe al dolore e al cordoglio dei familiari di Mara. La piangono il fratello e la sorella, e la madre, disperata: Mara aveva anche una figlia, di appena 5 anni. La triste cronaca dell'accaduto è ormai storia nota: El Chani ha ucciso Mara, poi si è impiccato al parco giochi di Azzano. Prima di togliersi la vita, ha mandato un messaggio vocale alla madre della donna, confessando quanto aveva appena fatto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ha massacrato Mara a calci e bastonate: lo Stato gli pagherà la sepoltura

BresciaToday è in caricamento