Una macchia gigantesca sul lago d'Iseo: "Conseguenza dell'incendio"

Una fotografia scattata dall'alto inquadra una macchia sospetta che invade quasi tutto il lago d'Iseo: accertamenti in corso, l'ipotesi inquinamento

La foto diffusa da Dario Balotta, noto ambientalista e volto storico di Legambiente

Il fronte istituzionale smentisce, e sostiene compatto l'ipotesi legata al maltempo di questi giorni, ai detriti trascinati e all'acqua che si è mossa per vento e pioggia. Ma la questione tiene banco, eccome: si tratta di una fotografia scattata da un elicottero, sabato mattina tra le 10 e le 10.30, e che dall'alto ritrae una macchia che schiarisce le acque del lago d'Iseo, quasi da nord a sud per tutta la sua lunghezza.

La foto dall'elicottero

La foto è stata diffusa da Dario Balotta, noto ambientalista (volto storico di Legambiente) e ora candidato alle Elezioni europee con i Verdi. Secondo Balotta, la macchia che fa discutere altro non sarebbe che la cenere conseguente all'incendio della Valcart di Rogno, per cui nell'immediato in effetti era stato lanciato un allarme ambientale.

La presunta “invasione” della cenere rimane comunque una circostanza da verificare, come detto smentita (per ora) dalle autorità competenti in attesa di nuovi prelievi e nuove analisi. Altro elemento da non sottovalutare: sabato mattina, al momento dello scatto fotografico dall'elicottero, erano passati già cinque giorni dal rogo di Rogno.

Settimana di incendi

Ma per Balotta e i suoi quella macchia potrebbe davvero essere la traccia della cenere e dei fumi del post-incendio. Certo è che in queste ultime settimane sono due i roghi importanti che hanno provocato danni e paura sul Sebino: non solo a Rogno ma anche a Marone, dove è bruciata la storica fabbrica tessile Feltri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Gli incendi – aveva detto Balotta alla presentazione della lista di Europa Verde – ripropongono il tema della presenza su un territorio con forti ambizioni turistiche di siti industriali obsoleti, che hanno bisogno di essere ammodernati o delocalizzati”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schiacciati da mutuo e prestiti, due figli a carico: cancellati debiti per 267mila euro

  • Bonus auto, via alle prenotazioni: come ottenere l'ecobonus fino a 10mila euro

  • Allarme temporali nel Bresciano: rischio concreto di supercelle

  • Porta una sedia in giardino, gli cade sopra: carotide recisa, muore a 44 anni

  • Tempesta nella notte: frane e fiumi straripati, paese in ginocchio

  • Forti temporali nella notte, allerta meteo anche tra oggi e domani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento