Attualità

Borgosatollo: approvazione e attuazione art. 40 bis della legge Regionale sulla Rigenerazione Urbana

Nel Consiglio Comunale del 27/9/2021 è stata approvata l’attuazione sul Comune di Borgosatollo dell’art. 40 bis della legge Regionale sulla Rigenerazione Urbana.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

Nel Consiglio Comunale del 27/9/2021 è stata approvata l’attuazione sul Comune di Borgosatollo dell’art. 40 bis della legge Regionale sulla Rigenerazione Urbana (legge 26 novembre 2019, n.18 e s.m.i., avente a oggetto: “Misure di semplificazione e incentivazione per la rigenerazione urbana e territoriale, nonché per il recupero del patrimonio edilizio esistente. Modifiche e integrazioni alla legge regionale 11 marzo 2005, n. 12)”. La legge sulla rigenerazione urbana ha individuato misure di incentivazione e semplificazione per promuovere i processi di rigenerazione e il recupero del patrimonio edilizio esistente, attraverso modifiche alla legge per il governo del territorio (l.r. n. 12/2005) e ad altre leggi regionali, in coerenza con la legge per la riduzione del consumo di suolo (l.r. n. 31/2014).

L’art. 40 bis “Disposizioni relative al patrimonio edilizio dismesso con criticità” della l.r. n. 12/2005, articolato in undici commi, prevede per il patrimonio edilizio esistente, di qualsiasi destinazione d’uso e dismesso da almeno un anno, che presenti riconosciute criticità, “…per uno o più dei seguenti aspetti: salute, sicurezza idraulica, problemi strutturali che ne pregiudichino la sicurezza, inquinamento, degrado ambientale e urbanistica-edilizio, sociale….”, la possibilità della demolizione dello stabile e la sua ricostruzione con un incremento volumetrico fino al 20%. L’intervento di rigenerazione urbana da parte del privato deve essere effettuato: • entro tre anni dal permesso di costruire, pena la decadenza dell’aumento volumetrico; • presentazione nella pratica edilizia della perizia asseverata giurata attestante la criticità dell’immobile; • presentazione di polizza fidejussoria che copra l’intervento oggetto della riqualificazione urbana al fine di permettere all’Amministrazione Comunale di intervenire sulla criticità qualora il privato entro i tre anni non dia avvio ai lavori autorizzati.

Sono esclusi dagli interventi dell’art. 40 bis gli edifici comunali di categoria A1 e A2 (edifici storici e monumentali come Chiese, Municipio, …) e gli edifici sotto vincoli della sovrintendenza. Per le altre categorie di edifici catastalmente identificati come A3, A4, A5, B e D (zona residenziale e artigianale) è possibile fare interventi di demolizione e ricostruzione come indicati nell’art. 40bis previo passaggio consultivo nella commissione consigliare II (urbanistica e territorio) e poi il passaggio autorizzativo in Consiglio Comunale. Per gli edifici in zona A, l’incremento volumetrico consentito è al max del 10%, per le altre zone B e D (residenziali e commerciali-artigianali) l’incremento massimo è pari al 20% del volume iniziare dell’immobile. Può essere concesso un bonus del 5% sulla volumetria aggiuntiva in caso venga ridotto il consumo di suolo edificato.

“Con questo intervento del Consiglio Comunale si vuole dare piena attuazione sul territorio di Borgosatollo ad una possibilità data dalla legge regionale sulla rigenerazione urbana: demolizione e successiva ricostruzione di immobili con criticità dichiarata da almeno un anno con conseguente possibilità di aumento dei volumi di costruzione tra il 10 e 20%. Un’iniziativa che permette di rendere più sostenibile, anche economicamente, l’intervento da parte dei privati e poter aumentare di una o due stanze il proprio edificio residenziale oppure aumentare i volumi del capannone commerciale o artigianale. Questo salvaguardando il nuovo consumo di suolo verde o agricolo. Grazie all’urbanista incaricato dal Comune arch. Giovanni Cigognetti e l’Area Tecnica Comunale per la stesura della pratica, che può avere immediati riscontri positivi sul territorio. Invito i privati ed i progettisti a valutare questa possibilità urbanistica”.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Borgosatollo: approvazione e attuazione art. 40 bis della legge Regionale sulla Rigenerazione Urbana

BresciaToday è in caricamento