Lunedì, 22 Luglio 2024

Mamma e neonata positive al Covid: in aereo al Civile per il trapianto di midollo

Mamma e bimba positive al Covid trasportate in aereo con una barella speciale in bio-contenimento

Una bimba di soli 6 mesi sta lottando per la vita al Civile: è positiva al Covid e purtroppo soggetta a una grave immunodeficienza, ricoverata a Brescia in attesa di un trapianto di midollo. Ha raggiunto l'ospedale domenica pomeriggio, insieme alla giovane madre – anche lei positiva al Covid – a bordo di un aereo C-130J dell'Aeronautica Militare, 46ma Brigata Aerea, gli specialisti del trasporto sanitario anche in condizioni estreme.

Mamma a bimba sono state trasportate in bio-contenimento dall'aeroporto militare di Lecce (Galatina) a quello di Montichiari. Entrambe positive al Covid, come detto, hanno viaggiato in una speciale barella isolata – in gergo tecnico nota come Ati, Aircraft transport isolator – assistite da un team medico specializzato.

Il viaggio della speranza

L'aereo C-130J, partito da Roma, ha prima raggiunto il reparto medico di Pratica di Mare, a Pomezia, dove oltre a medici e infermieri è stata predisposta e allestita anche la barella speciale per il trasporto in bio-contenimento. Da Pomezia il velivolo è dunque decollato alla volta di Lecce, per soccorrere mamma e bimba, e poi è volato fino a Montichiari: da qui la madre e la neonata sono state trasferite al Civile in ambulanza.

La richiesta di intervento

La richiesta di intervento era stata segnalata dalla Prefettura di Lecce, per un trasporto urgente in un ospedale adatto al trapianto di midollo (in questo caso al Civile). E' stata così avviata la procedura che ha coinvolto i vari reparti dell'Aeronautica Militare, oltre agli aeroporti militari e civili, medici e infermieri. Tutto è bene quel che finisce bene, nel rispetto del massimo coordinamento: ora non si aspetta altro che buone notizie dall'ospedale.

Si parla di

Video popolari

BresciaToday è in caricamento