rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Attualità

Ritrovata la barca maledetta: famiglia distrutta, si salvò solo un bambino

Solo un bimbo di 11 anni è sopravvissuto al naufragio, nuotando per ben tre ore prima di raggiungere la riva

Il Garda restituisce ciò che resta di un'imbarcazione, che s'inabissò ben 42 anni fa. Un relitto, scovato a oltre 70 metri di profondità, che fa riaffiorare i ricordi di una tragedia che colpì buona parte della popolazione. 

I resti trovati nel weekend dai Sommozzatori Volontari del Garda al largo della costa tra Bardolino e Lazise  sono quelli della barca a vela, con a bordo 4 turisti tedeschi, naufragata nell'estate del 1976. Forse a causa del vento forte, forse per una manovra sbagliata, l'imbarcazione si ribaltò, sbalzando in acqua tutti gli occupanti: Wolfgang Shuster di 31 anni, il figlioletto Markus di 9, gli amici Peter Voldenauer di 11 e Franz Keller di 29 anni.

Solo uno di loro riuscì a mettersi in salvo: il piccolo Peter, dopo aver nuotato per oltre 3 ore, raggiunse il lungolago di Lazise. Durante le ricerche, che durarono un giorno e una notte, si trovò solo il corpo senza vita dell'altro bimbo e un remo del natante. I corpi degli altri due adulti non furono più ritrovati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ritrovata la barca maledetta: famiglia distrutta, si salvò solo un bambino

BresciaToday è in caricamento