menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Centinaia di brindisi e torte nuziali, dopo 60 anni chiude l'hotel dei matrimoni

Ha chiuso i battenti (e per sempre) lo storico Hotel Capri di Sant'Eufemia: aperto nel 1959, da più di 40 anni è gestito da Renato Mai e dalla moglie Rosanna

Nei suoi anni d'oro era diventato talmente famoso da finire addirittura sulle cartoline: tappa fissa per i pranzi di matrimonio di tantissimi bresciani, meta tra le più apprezzate dai turisti stranieri che sceglievano le porte della città come “base” per le loro vacanze. Ma adesso è finita, finita davvero: dopo quasi 60 anni di attività chiude i battenti (e per sempre) lo storico Hotel Capri di Sant'Eufemia.

Lo scrive il Giornale di Brescia, che racconta del forfait ormai irrevocabile di Renato e Rosanna, gestori per più di 40 anni (dal 1978): “Per anni ho vissuto con il sogno di lasciare l'albergo ai miei due figli – dice proprio Renato Mai, che oggi ha 70 anni – ma loro hanno scelto strade diverse e noi siamo troppo vecchi per continuare”.

Un pezzo di storia, e che storia: la famiglia Mai aveva acquisito lo stabile nel 1959. Negli anni l'hotel ha accolto sposini e matrimoni, turisti e clienti di ogni tipo, nelle 22 camere divise su due piani. La fine di un'epoca: il cognome Mai si slaccia dal mondo della ricettività dopo ben sette generazioni.

Incognite sul futuro

Ma che fine farà lo storico Capri? Presto per dirlo. E' stato affidato a una società immobiliare che dovrà occuparsi della vendita: difficile se non impossibile che risorga come albergo, ancora una volta, più facile una ricoversione residenziale o commerciale (con l'ipotesi non troppo remota di una demolizione, per ripartire da zero).

Da qualche giorno le serrande son tutte abbassate, le finestre chiuse: i fiori sembrano sbiadire in fretta, come le grigie mattonelle all'esterno. Un'immagine d'altri tempi, anche se l'albergo è bello, ristrutturato da poco: l'insegna ancora blu che si staglia all'esterno, la grande scritta “Hotel” e poi più in piccolo, e in corsivo, “Capri”. In alto sventolano tre stelle: brilleranno ancora per un po', poi nulla più.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus: il Comune bresciano che ha contagi da zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento