menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ristorante e american bar, tutto vista lago: inaugurazione in estate?

In attesa del progetto “ufficiale” non mancano le indiscrezioni sul futuro dell'ex ristorante della Spiaggia d'Oro di Desenzano del Garda

Il progetto di riqualificazione non solo non è pubblico, ma non è stato ancora nemmeno presentato: come da programma, potrebbe essere discusso (e approvato) dalla giunta comunale entro la fine dell'anno. Ma è già dall'estate scorsa che le indiscrezioni non mancano, sul futuro dell'ex ristorante della Spiaggia d'Oro di Desenzano: e le voci al momento confermerebbero l'ipotesi di realizzare un nuovo ristorante di livello, specializzato nel grill e magari affiancato da un american bar. Tutto questo, ovviamente, vista lago.

Ad occuparsi del nuovo locale ci sarebbe un giovane chef ma che ha già maturato parecchia esperienza internazionale, anche oltreoceano dal Sudamerica all'Australia. Ma ci sarà tempo per parlarne: intanto per l'ex ristorante la lunga volata finale è già cominciata. Mancherebbero infatti ormai pochi giorni alla firma del contratto, cui seguirà appunto la presentazione del progetto, poi con il nuovo anno il via libera ai cantieri per la doverosa ristrutturazione. Salvo imprevisti, l'inaugurazione sarebbe prevista già per la prossima estate.

Un passo indietro: l'ex ristorante della Spiaggia d'Oro è chiuso ormai da sei anni. Alla fine di luglio, con il settimo bando per la gestione – il primo della giunta capitanata da Guido Malinverno – la gestione ventennale dello stabile è stata affidata alla società Gandal di Calvagese, che fa riferimento a una nota famiglia di imprenditori desenzanesi, proprietari tra l'altro del Benacus Lab e con quote di partecipazione anche nella Rmb di Polpenazze.

La Gandal si è aggiudicata la gestione dell'immobile con un'offerta al rialzo di quasi il 40%, dai 60mila a base d'asta agli oltre 85mila euro dell'aggiudicazione. E' stata l'unica offerta presentata, ma comunque valida. E la nuova vita dello stabile abbandonato – che poco meno di tre anni fa venne anche occupato, con la nascita del centro sociale autogestito Zanzanù – potrebbe cominciare davvero.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Imprenditore bresciano stroncato dal Covid: lascia quattro figli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento