Migliaia di pezzi di plastica in spiaggia: inquinati 3 chilometri di litorale

Sono a migliaia i pezzi di plastica ritrovati da cittadini e ambientalisti giovedì mattina a Desenzano del Garda, dalla Spiaggia d'Oro fino alla Maratona

Fonte: WWF Bergamo-Brescia

Oltre tre chilometri di spiagge invase da migliaia di piccoli pezzi di plastica, del diametro di circa un centimetro e del peso di circa mezzo grammo: è stato questo il brusco risveglio per la città di Desenzano, sul tratto di litorale che va dalla Spiaggia d'Oro alla Maratona passando per la spiaggetta di Via Lario. Le più elevate concentrazioni di materiale sono state trovate proprio nelle zone più attigue al centro storico

L'intervento del WWF

Si tratterebbe di una dispersione di “biomasse ader”, così come riferisce il WWF Bergamo-Brescia, ovvero dei corpi di riempimento delle vasche di depurazione: sono stati gli attivisti della nota associazione ambientalista a intervenire per primi, a seguito delle segnalazioni di alcuni cittadini.

In poche ore ne sarebbero stati raccolti a migliaia, e altri ancora ce ne sarebbero sparsi sulla spiaggia e nascosti tra le alghe che sono arrivate a riva. Il sindaco di Desenzano Guido Malinverno ha immediatamente contattato Acque Bresciane, il gestore del ciclo idrico.

Lo stesso materiale di 6 anni fa?

Secondo quanto riferito dal primo cittadino, non ci sarebbe stata nessuna perdita e nessun guasto agli impianti di depurazione in questi giorni. Le biomasse infatti sarebbero le stesse che si erano disperse ormai più di 6 anni fa, ritrovate a migliaia (si dice più di 20mila) nel marzo del 2013.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il materiale sarebbe dunque lo stesso che è fuoriuscito diversi anni fa dal depuratore di Tremosine: solo in quell'impianto, infatti, si utilizzerebbero quel tipo di biomasse, utilizzate appunto per migliorare il processo di depurazione delle acque reflue. A quanto pare erano già nel lago, e sono state trascinate a riva dalla corrente, che da nord spinge verso sud. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Brescia: terremoto di magnitudo 2.7, epicentro a Caino

  • "Oltre 2300 in terapia intensiva, governo pronto al nuovo lockdown in Italia"

  • Tentato suicidio a scuola: ragazzina si butta dal balcone

  • Coprifuoco in tutta la Lombardia, ok del governo: dalle 23 stop attività e spostamenti

  • Dpcm 18 ottobre: le nuove misure della stretta in arrivo oggi

  • Autocertificazione covid Lombardia: modulo da scaricare Ottobre 2020

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento