Domenica, 21 Luglio 2024
Attualità Desenzano del Garda

Mangiano a scuola, poi i malori: vomito e diarrea per alunni e insegnanti

Numerosi i casi segnalati negli asili

Mal di pancia e dissenteria, malori e sudori freddi, perfino un caso di ricovero al pronto soccorso (tutto risolto per il meglio, per fortuna): una condizione diffusa che avrebbe colpito numerosi bambini (e qualche insegnante) delle scuole dell'infanzia Gianni Rodari e Giovanni Paolo II di Desenzano del Garda, conseguenza di una presunta intossicazione alimentare che sarebbe avvenuta in mensa il 14 giugno scorso. Sotto accusa, almeno per ora, il risotto che sarebbe stato consumato dai bambini durante il desco.

Le segnalazioni al Comune

Immediate le segnalazioni dei genitori al Comune, oltre che da parte degli stessi istituti scolastici. Così quanto riferito da Palazzo Bagatta: “Non appena venuti a conoscenza delle segnalazioni relative a una presunta intossicazione alimentare verificatasi presso le scuole dell'infanzia Rodari e Giovanni Paolo II, abbiamo immediatamente contattato il tecnico incaricato dal Comune per il servizio di controllo e qualità della refezione scolastica e la ditta Dussmann srl, la quale ci ha comunicato le azioni intraprese”.

Nel dettaglio, la ditta che ha in appalto la gestione delle mense (non solo scolastiche, ma anche i pasti per gli anziani e al centro sociale) avrebbe immediatamente provveduto a “isolare tutte le attrezzature e individuare le derrate utilizzate, disponendo la loro analisi; effettuare le analisi sui campioni conservati dai pasti somministrati; prelevare campioni di acqua di rete per la loro analisi”.

In corso analisi e controlli

La ditta ha già informato il Comune sull'avvio di “verifiche interne sul rispetto delle procedure di autocontrollo durante la preparazione e somministrazione dei pasti presso il centro cottura e i terminali di distribuzione”. Inoltre, scrive ancora il municipio, “è stata condotta un'indagine epidemiologica e a scopo precauzionale sono state bloccate le materie prime utilizzate per la preparazione del pasto, nonché è stato effettuato il ritiro dei campioni delle preparazioni e dell'acqua di rete utilizzata presso i terminali di distribuzione e in centro cottura”. All'esito delle analisi, effettuate in un laboratorio accreditato “al fine di individuare eventuali cause di contaminazione”, sarà convocata una Commissione mensa straordinaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mangiano a scuola, poi i malori: vomito e diarrea per alunni e insegnanti
BresciaToday è in caricamento