Un caso di coronavirus alla coop dei disabili: educatrice e ospiti in isolamento

Si tratterebbe di un solo caso di positività al Covid-19, probabilmente asintomatico: come da prassi, già isolati i suoi contatti più recenti

Foto d'archivio

Allarme coronavirus alla cooperativa Il Ponte di Villa Carcina, che ormai da 30 anni si occupa di sostegno e reinserimento di ragazzi disabili e in difficoltà: come riferisce Bresciaoggi, è stato riscontrato un caso di positività al Covid-19 in uno degli ospiti della struttura. Niente di grave: il positivo sarebbe comunque asintomatico, e in accordo con Ats – nell'ambito degli ormai celebri “Protocolli Covid” – sono già stati posti in isolamento tutti i suoi contatti più recenti, quindi oltre ai familiari anche altri ospiti della cooperativa oltre che un'educatrice.

Il caso segnalato in ospedale

La positività al coronavirus sarebbe emersa per caso, in ospedale, quando l'ospite era stato chiamato a fare una visita: il protocollo regionale (e nazionale) prevede infatti che per ogni accesso programmato, visita od operazione, i pazienti in ospedale vengano sottoposti a tampone, appunto per la verifica dell'eventuale presenza dell'infezione da Sars-Cov2.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli ospiti divisi in gruppi

Quando succede, e questo è il caso di Villa Carcina, il positivo viene subito isolato, tenuto sotto stretta osservazione, si ricostruiscono i suoi movimenti e i suoi contatti, a loro volta posti in isolamento. Come già per le case di riposo o i centri estivi, anche la struttura gestita dalla coop Il Ponte è stata suddivisa in piccoli gruppi di lavoro, così da isolare immediatamente educatori e ospiti in caso di positività. Con un solo caso, non ci sono gli estremi per parlare di focolaio: ben diversa la situazione in queste ore nel Mantovano, dove a Rodigo sono risultate positive ben 97 persone, in gran parte dipendenti di un'azienda agricola.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Masturbava ragazzini al parco, in cambio gli comprava scarpe e spinelli

  • Incidente in A4 tra Desenzano e Brescia: chilometri di code

  • Precipita per oltre 8 metri: muore sotto gli occhi dei nipotini di 6 e 8 anni

  • Terribile tragedia: bimba di 7 mesi muore soffocata da un palloncino

  • Apre nuovo supermercato: maxi-store da 3.800 mq aperto tutti i giorni

  • Tragedia sui cieli della Lombardia: aereo precipita e prende fuoco, due morti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento