Coronavirus

"Avevo il turno in fabbrica", ma era andato dalla fidanzata: scatta la maxi multa

Nei guai un giovane di 30 anni, che ha infranto le norme sugli spostamenti in vigore nella zona rossa

Foto d'archivio

Una serata con la sua ragazza gli è costata una multa di ben 280 euro. Protagonista un 30enne di Verolanuova, che, infrangendo le norme anti-covid, è uscito dal proprio Comune in auto per recarsi a Manerbio dalla fidanzata.

Sulla via del ritorno è però incappato in un posto di blocco dei carabinieri. Come autocertificazione ha dichiarato di essere stato al turno in fabbrica, ma, con una veloce telefonata, i militari hanno accertato che – in realtà – si trattava di una menzogna. Il giovane ha quindi raccontato loro il motivo reale del suo spostamento e, a quel punto, la sanzione è stata inevitabile. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Avevo il turno in fabbrica", ma era andato dalla fidanzata: scatta la maxi multa

BresciaToday è in caricamento