menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid-19, sale la paura in Valcamonica: 341 casi e 15 morti. Ma due paesi ancora resistono

Sono solo due i Comuni della Valle Camonica dove non si è ancora registrato nessun caso di positività al Covid-19: Monno e Paisco Loveno

Quasi un centinaio di casi in più in un solo giorno, mai così tanti dall’inizio dell’epidemia: gli ultimi dati resi noti da Ats confermano 341 casi accertati di positività in Valle Camonica, più 91 nelle ultime 24 ore, e 15 morti in meno di un mese (tra cui decessi in un solo giorno a Cevo). Quasi 200 invece i posti letto a disposizione negli ospedali della valle.

Sono diversi i Comuni ormai a doppia cifra per numero di contagi: Darfo Boario Terme (51), Pisogne (36), Breno ed Esine (20 per paese), Bienno (18), Malegno (15), Artogne, Gianico e Pian Camuno (12), Borno e Piancogno (11).

Isole felici: due Comuni senza virus

Anche in valle dunque cresce la paura, e si attendono ulteriori incrementi da qui ai prossimi giorni, in attesa del picco (previsto forse per la prossima settimana). Sono pochi, pochissimi i Comuni bresciani dove non si sono ancora registrati casi di positività al Covid-19: due di questi sono proprio in Valle Camonica.

Parliamo di Monno e Paisco Loveno, dove il registro dei positivi al Coronavirus è ancora fermo a zero. Presto per dire come andrà, ma per chi abita in paese (e nei dintorni) è il sintomo di una speranza a cui aggrapparsi forte. Ci sono poi altri Comuni dove ad oggi si registra un solo contagiato: Corteno Golgi, Incudine, Lozio e Saviore dell’Adamello.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento