menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid, Sms ai già vaccinati o 10 ore in ritardo: "Il sistema è impazzito"

La convocazione per il vaccino anti-Covid arriva il giorno stesso, ma con 10 ore di ritardo: altri errori nella gestione lombarda della campagna vaccinale

I casi si moltiplicano, anche in provincia di Brescia: ci sono nuove testimonianze di ritardi o disservizi nella gestione delle prenotazioni per la campagna vaccinale anti-Covid. Non sono le prime, probabilmente non saranno le ultime: emblematici in tal senso i casi degli hub della Franciacorta, mezzi vuoti perché gli appuntamenti non sono mai arrivati, o a livello regionale il caso del Niguarda di Milano, dove sono stati chiamati 900 anziani quando i posti disponibili, quel giorno, erano 300 di meno. E ancora, ricordiamo, alcuni docenti bresciani che avrebbero dovuto fare il vaccino a più di 100 chilometri di distanza.

Nuovi errori nelle prenotazioni

Ma nella giornata di lunedì il curioso (e fastidioso) elenco si è aggiornato di nuovo. E' successo, infatti, a più di un cittadino di ricevere il messaggio della prenotazione il giorno stesso della somministrazione, ma con 10 ore e più di ritardo. “Il sistema è impazzito”, riferisce un residente del Sebino che ha ricevuto un messaggio alle 18.39 del 15 marzo per la vaccinazione alle 8.18 dello stesso giorno.

Altra falla nel sistema: il messaggio comincia con “Caro cittadino nato il 15 marzo 2021..”, e via con la convocazione. Lo stesso cittadino riferisce, tra l'altro, di essere stato già vaccinato. Errore evidente, che si è ripetuto anche in altri casi in provincia: sia la data di nascita sbagliata che la convocazione arrivata in ritardo. E intanto i giorni passano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus: il Comune bresciano che ha contagi da zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento