menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Da oggi 30mila test rapidi nel Bresciano: a chi saranno distribuiti

Saranno distribuiti nei prossimi giorni i primi 30mila tamponi rapidi: i primi andranno alle case di riposo e alle residenze per anziani e disabili

Sono in arrivo anche in provincia di Brescia i test rapidi – con esiti entro mezz'ora – per verificare l'eventuale positività al Covid-19: in prima battuta ne saranno distribuiti circa 30mila, alle case di riposo e alle residenze per anziani e disabili, ma lo stock (ce ne sono altri 50mila pronti all'uso) sarà poi messo a disposizione, per ora, ai medici di base che aderiranno alla campagna.

Tamponi rapidi anche per i medici di base

L'Agenzia di tutela della salute ha infatti chiesto a tutti medici di medicina generale della provincia se eventualmente volessero aderire alla campagna di monitoraggio, che prevede la consegna di 5 test rapidi alla settimana per ciascun dottore. I test sono meno affidabili rispetto ai tamponi orofaringei e alle analisi molecolari, ma in ogni caso riescono subito a identificare un caso sospetto, con una prima positività, così da isolarlo in attesa di ulteriori accertamenti.

Il primo "carico" alle residenze per anziani e disabili

Anche a questo serviranno i tamponi rapidi nelle Rsa (Residenze sanitarie assistenziali per anziani) e Rsd (Residenze sanitarie per disabili), nelle case di riposo e di cura: sono queste le strutture a cui saranno distribuiti, come detto, i primi 30mila test in questi giorni già a disposizione di Ats Brescia. Serviranno a intercettare rapidamente contagi e focolai, e a “spegnerli” velocemente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia è zona arancione: tutte le regole in vigore da domani

Coronavirus

Coronavirus: a Brescia 186 casi e 17 morti, i nuovi contagi Comune per Comune

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento