menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La terza dose di vaccino Moderna contro le varianti: come stanno le cose

L'efficacia di un ulteriore richiamo allo studio negli Stati Uniti. Il parere di Noubar Afeyan, cofondatore e presidente della società di biotecnologie Moderna

Le varianti del coronavirus non sembrano spaventare i produttori di vaccini. "A noi bastano due settimane - spiega Noubar Afeyan, cofondatore e presidente di Moderna - per sviluppare un vaccino diretto contro una variante del coronavirus". Tempi record che, Afeyan, conferma al Corriere della Sera come un risultato senza precedenti: "Dopo il sequenziamento di Sars-CoV-2 a gennaio 2020, abbiamo messo a punto il vaccino in due settimane".

"Il vaccino può essere modificato in due settimane"

A fronte della comparsa di una nuova variante del virus, sottolinea, il vaccino "può essere modificato negli stessi tempi, due settimane o anche meno. Ci stiamo già lavorando e sta per partire lo studio sui volontari. Diverso è il discorso relativo ai tempi di approvazione: serve un certo numero di casi di infezioni da variante per poter svolgere i test". Poi c'è il passaggio delle agenzie regolatorie: "Penso si vada nella direzione di accelerare i tempi per eventuali formulazioni antivarianti. La mia previsione è che avremo i risultati entro un paio di mesi. Ma non è detto che per affrontare le varianti servano nuovi vaccini. Stiamo per esempio ragionando sulla possibilità di somministrare una terza dose (booster) del vaccino sviluppato sulla sequenza originaria. Dopo la somministrazione, l'organismo produce anticorpi diretti verso molte parti della proteina spike: una variante può sfuggire in alcuni punti, ma non in tutti".

Gli scienziati che hanno lavorato al vaccino mRna-1273 pensano che l’efficacia nei confronti di nuove varianti, magari anche di quelle che emergeranno in futuro, potrebbe essere potenziata con la somministrazione di una terza dose. Quindi Moderna ha deciso di avviare una sperimentazione ad hoc per verificare se questo ulteriore richiamo sarà in grado di aumentare il livello di anticorpi neutralizzanti. Non ci sono ancora i risultati ufficiali di questa sperimentazione.

Da dicembre si sta testando Moderna anche sugli adolescenti. "Non manca molto - aggiunge Afeyan - stiamo andando avanti coi test e appena saremo pronti chiederemo l'approvazione per la fascia 12-18 anni. Inoltre abbiamo avviato un nuovo studio per i bambini dai 6 mesi ai 12 anni che include nuovi dosaggi, più bassi ovviamente rispetto a quelli degli adulti".

"La nuova moda è 'terrorizzare con la variante' - scriveva due giorni fa il professor Roberto Burioni su Twitter - Vorrei farvi notare che varianti virali emergono continuamente e, fino a prova contraria, non rappresentano un pericolo. In particolare non c'è nessun elemento che ci faccia pensare che quelle già individuate sfuggano ai vaccini più potenti. Non è detto che una variante resistente al vaccino possa comparire, pensate solo al morbillo che replica il suo genoma introducendo più mutazioni del coronavirus e contro il quale il vaccino (anni 60) è ancora efficace come il primo giorno". Insomma, calma e gesso. 

Il vaccino COVID-19 Moderna mRNA-1273

Il vaccino COVID-19 Moderna mRNA -1273 è un vaccino destinato a prevenire la malattia da coronavirus 2019 (Covid-19) nelle persone a partire dai 18 anni di età. Si tratta del secondo vaccino Covid-19 in ordine di tempo autorizzato da AIFA in Italia (il 7 gennaio 2021), dopo il vaccino Comirnaty. Contiene una molecola denominata Rna messaggero (mRNA) con le istruzioni per produrre una proteina presente sul virus responsabile di COVID-19.

Secondo alcuni esperti del settore, la terza dose di vaccino contro il coronavirus potrebbe prevenire casi gravi legati a nuove varianti della malattia. Al momento, però, non vi sono certezze nè decisioni ufficiali prese in merito alla questione.

Fonte: Today.it

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Il falso mito dell'acqua e limone da bere (calda) la mattina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento