Covid: rientri dall'estero, 'tsunami' di 2.000 bresciani in lista per il tampone

In attesa del test, mascherine anche in casa: fino al 7 settembre tampone o test sierologico obbligatori per chi rientra da Spagna, Grecia, Croazia e Malta

Foto d'archivio

Regione Lombardia annuncia che a partire da martedì 18 agosto circa 5.000 tamponi in più, ogni giorno, saranno tutti dedicati a chi rientra dall'estero, in particolare da Spagna, Grecia, Croazia e Malta: per questi Paesi, ricordiamo, da pochi giorni è in vigore un'apposita ordinanza del ministero della Salute (valida fino al 7 settembre) che prevede il tampone obbligatorio (entro 48 ore) oppure il test sierologico effettuato in autonomia entro le 72 ore antecedenti il rientro in Italia.

La procedura per chi rientra in Italia

“Chiediamo a coloro che ritornano da Spagna, Croazia, Grecia e Malta – spiega l'assessore regionale al Welfare Giulio Gallera – di compilare comodamente online la richiesta per il test che verrà effettuato dalle Ats di riferimento al proprio domicilio, o di prenotare telefonicamente al numero 116117 indicando la data di arrivo in Italia. In poche ore verrà fissato l'appuntamento nel presidio più vicino a casa, anche con la formula Drive Trough. In attesa del tampone è fondamentale il rispetto delle norme igienico-sanitarie, ma non è previsto alcun isolamento fiduciario”.

In attesa del test, mascherine anche in casa

Come riferisce anche l'Ats di Brescia, in attesa di effettuare il tampone è necessario indossare la mascherina anche all'aperto e in presenza di conviventi nella propria abitazione, mantenendo sempre il distanziamento. Per quanto riguarda i bresciani di rientro, è necessario compilare il questionario – disponibile a questo link – da parte di ciascun componente familiare che era in viaggio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'obbligo di tampone o test si riferisce a tutte le persone entrate o rientrate in Italia a partire dal 13 agosto, o che nei 14 giorni antecedenti al rientro in Italia hanno soggiornato o transitato in Spagna, Grecia, Croazia e Malta. Ad oggi sarebbero già più di 2mila i bresciani in attesa di tampone: per circa 600 di questi è già stato fissato un appuntamento. Per ulteriori informazioni, oltre al sito web di Ats, è possibile contattare direttamente Ats al numero verde 800 777346, il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 10 alle 13.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: primo bambino positivo in una scuola bresciana, classe in isolamento

  • Masturbava ragazzini al parco, in cambio gli comprava scarpe e spinelli

  • Incidente in A4 tra Desenzano e Brescia: chilometri di code

  • Precipita per oltre 8 metri: muore sotto gli occhi dei nipotini di 6 e 8 anni

  • Colpo di pistola in Commissariato: agente muore dopo il trasporto in ospedale

  • Abbandonata dal marito, chiedeva l'elemosina in paese, è stata uccisa dal figlio che avrebbe dovuto proteggerla

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento