Protesta contro il Dpcm: Marco vive barricato nel suo negozio di vestiti

La singolare protesta del cremonese Marco Miglioli

Marco Miglioli

Continuano le proteste e le manifestazioni dei commercianti a seguito delle chiusure imposte in Lombardia dal Dpcm del 3 novembre. Questa volta siamo a Cremona, dove Marco Miglioli, 33enne titolare dello Strike Outlet di via Bergamo, ha deciso di vivere barricato all'interno del sue negozio, mangiando e dormendo in vetrina, su una brandina da campeggio.

"Non è una questione politica - dichiara in un videomessaggio -. Il negozio è chiuso, ho sempre rispettato tutte le regole anti-covid; ma non riesco ad abbandonare la mia attività dopo anni di sacrifici".

"Quindi dormirò qua, mangerò qua, giocherò a briscola col mio unico amico, un manichino - continua -. Voglio mandare solo un messaggio a tutti i miei colleghi che hanno partita iva: non dobbiamo mollare in questo momento, il mio è un piccolo gesto per dare forza agli altri. Crediamoci tutti insieme, solo così possiamo risollevarci. Non dobbiamo mollare mai". Intanto, i vestiti continua a venderli attraverso i social: esce solo per le consegne ai clienti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lombardia zona rossa dal 17 gennaio, le regole: cosa si può fare e cosa no

  • Orrore in famiglia: guarda video porno e fa sesso con la sorellina di 14 anni

  • Cerca di stuprarla nei campi, lei lo morde alla lingua e riesce a scappare

  • Iveco parlerà cinese? Offerta miliardaria per lo storico marchio, Brescia trema

  • Auto travolge sette ciclisti sul Garda: è la squadra di Peter Sagan

  • Provincia di Brescia: morti e contagi di sabato 16 gennaio 2021

Torna su
BresciaToday è in caricamento