Giovedì, 16 Settembre 2021
Coronavirus Via Milano / Via Badia

Coronavirus: barista bresciano muore in ospedale, deceduti anche due clienti

Si è spento in ospedale Sergio Mazzolini, aveva 64 anni: era il titolare del bar della Badia frequentato anche da altre due persone che hanno perso la vita

Il cartello che avvisa della chiusura del Bar Sport © Bresciatoday

Aveva solo 64 anni Sergio Mazzolini: è morto in ospedale, alla Poliambulanza, dopo un lungo ricovero. Ucciso dal Coronavirus come tanti, troppi altri: lo piangono la moglie Maria e i figli Gianluca e Andrea. Era il titolare del bar della Badia, il quartiere in cui a causa del Covid-19 hanno perso la vita altre due persone che si facevano vedere spesso nel locale: Carlo Gandelli, 74 anni, e Francesco Rolfi, 80 anni.

Un lutto che ha scosso parecchio la comunità: da una vita dietro al bancone, era molto conosciuto in tutto il quartiere e nei dintorni, il suo bar molto frequentato. Sergio ha cominciato a sentirsi male ancora alla fine di febbraio: ricoverato in ospedale dopo qualche giorno, ho lottato per quasi tre settimane prima di arrendersi.

La moglie è in quarantena, chiusa in casa: al momento sembra stia bene. Almeno fisicamente, perché il cuore e la mente, si sa, difficilmente potranno ritrovare la serenità di un tempo. Il bar ovviamente è chiuso, ma non solo per decreto: anche nei giorni in cui era consentita l’apertura fino alle 18, sulla saracinesca abbassata era appeso un eloquente cartello, “Chiuso per motivi di salute”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus: barista bresciano muore in ospedale, deceduti anche due clienti

BresciaToday è in caricamento