Lombardia, riapertura 4 maggio: "Non è detto, solo se ci sarà massima sicurezza"

Lo ha detto Giulio Gallera, ospite della trasmissione "Che tempo che fa"

L'assessore Giulio Gallera

La Lombardia riaprirà il 4 maggio? La risposta per ora non è certa. L'assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera, ospite della trasmissione "Che tempo che fa" nella serata di domenica 19 aprile, ha sottolineato che la Lombardia "Riaprirà solo nella massima sicurezza". Solo 5 giorni fa, dall'annuncio del governatore Fontana la riapertura sembrava già cosa fatta: "La Lombardia guarda avanti e progetta la 'nuova normalità' all'insegna della prevenzione, della cura e della programmazione - aveva dichiarato -. Dal 4 maggio, la Regione chiederà al Governo di dare il via libera alle attività produttive nel rispetto delle Quattro D".

Sempre da Fazio, Gallera ha poi sottolineato: "Noi ripartiamo secondo le indicazioni della scienza, in modo molto scaglionato. Si riaprirà solo nella massima sicurezza: tutti devono avere le mascherine, i guanti, deve essere misurata la temperatura prima di entrare a lavoro, non potremo avere gli assembramenti sui mezzi pubblici. Se si realizzano queste condizioni apriamo, altrimenti no".

"Abbiamo sempre seguito le indicazioni dell'Iss — ha proseguito Gallera — e lo faremo anche in questa fase, c'è un tavolo nazionale, condivideremo con il governo alcune posizioni, l'idea è aprire in sicurezza alcune attività".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Riapertura, ma non solo. Gallera, interpellato da Fazio, si è espresso anche su come ha reagito la sanità Lombarda al Coronavirus. E il membro della giunta Fontana ha difeso l'operato della Regione: "La Lombardia ha retto benissimo", ha chiosato. Durante l'intervista è stato toccato anche il discorso dei malati Covid nelle Rsa lombarde: "Abbiamo dovuto farlo per dare nuovi posti – ha spiegato Gallera -, ma le persone ricoverate non erano nelle stesse stanze, ma in padiglioni appositi".

Fonte: Milanotoday.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: primo bambino positivo in una scuola bresciana, classe in isolamento

  • Masturbava ragazzini al parco, in cambio gli comprava scarpe e spinelli

  • Incidente in A4 tra Desenzano e Brescia: chilometri di code

  • Precipita per oltre 8 metri: muore sotto gli occhi dei nipotini di 6 e 8 anni

  • Un uomo e un ragazzo fanno sesso sul ciglio della strada: multa da 20.000 euro

  • Apre nuovo supermercato: maxi-store da 3.800 mq aperto tutti i giorni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento