Conto alla rovescia, la riapertura sembra ormai certa: le regole da rispettare

Lunedì si riparte, anche in Lombardia: si attendono i dati dei nuovi contagi ma ormai è troppo tardi per tornare indietro. Bar, ristoranti, parrucchieri: tutte le regole da rispettare

Conto alla rovescia per la Fase 2 della Fase 2: “Stiamo aspettando che arrivino tutte le regole stabilite dal Governo – fa sapere il vicepresidente di Regione Lombardia Fabrizio Sala – prima di prendere una decisione. Al momento ci sono state comunicate le linee guida indicate con l’aiuto dell’Inail”. Anche il presidente Attilio Fontana ha parlato di “cautela”, aspettando i dati sui contagi a dieci giorni dalle prime riaperture.

Ma ormai sembra difficile se non impossibile tornare indietro: da lunedì riaprirà tutto, purché nel rispetto delle regole, in particolare i negozi (di ogni tipo), bar e ristoranti, parrucchieri ed estetisti. Tra le norme obbligatorie per la riapertura si segnalano l’utilizzo di dispositivi di protezione come guanti e mascherina, la misurazione della temperatura corporea per i dipendenti, il rispetto del distanziamento sociale di almeno 1 metro.

Le regole per parrucchieri ed estetisti

Per quanto riguarda parrucchieri, estetisti e cura della persona, un settore che conta 260mila addetti, l’Inail propone la possibilità di consentire deroghe ai giorni di chiusura, l’estensione degli orari di apertura dei locali, una razionalizzazione degli spazi per consentire il distanziamento, anche con aree di attesa all’esterno. I clienti dovranno sempre indossare la mascherina, a eccezione del tempo necessario per i trattamenti che non lo rendano possibili.

E’ preferibile inoltre fare ricorso a grembiuli e asciugamani monouso: se riutilizzabili, devono essere lavati ad almeno 60 gradi per 30 minuti. In tutti i casi possibili, le procedure devono essere svolte rimanendo alle spalle del cliente, che pure avranno delle responsabilità: gli uomini, ad esempio, dovranno sempre lavarsi la barba (a casa) prima di farsela spuntare. Dal parrucchiere sarà obbligatorio lo shampoo, per tutti, dunque non si potrà fare solo il taglio di capelli e basta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le regole per bar e ristoranti

Per il settore della ristorazione, che in Italia conta circa 1,2 milioni di addetti, il documento redatto da Inail e Istituto superiore di sanità raccomanda la rimodulazione dei tavoli e dei posti a sedere, definendo un limite massimo di capienza predeterminato che preveda uno spazio non inferiore a 4 metri quadrati per clienti (salvo la possibilità di utilizzare barriere divisorie). Consigliata la prenotazione obbligatoria per evitare assembramenti di persone in attesa, fuori dal locale. Vietati fino a nuovo ordine i buffet e le consumazioni al banco. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ha aperto il nuovo ipermercato: un maxi-store da 5.788 mq (e 120 dipendenti)

  • Terribile tragedia: bimba di 7 mesi muore soffocata da un palloncino

  • Alcol a minori, sporcizia ovunque e cibo scaduto: 12.000 euro di multa per un fast food

  • Si sente male in classe, è positivo al tampone: nuova quarantena a scuola

  • Tragedia sui cieli della Lombardia: aereo precipita e prende fuoco, due morti

  • Shampoo e docciaschiuma, fa il bagno nella fontana della piazza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento