Coronavirus

"Commissariamo la sanità lombarda": in un giorno già raccolte 19.000 firme

Sono quasi 19mila le firme raccolte su change.org da Milano 2030, che chiede il commissariamento immediato della sanità regionale lombarda

In meno di un giorno sono quasi 19mila le firme raccolte online da Milano 2030, rete di associazioni, partiti e movimenti della sinistra meneghina, nell’ambito della petizione (pubblicata su change.org) in cui si chiede l’immediato commissariamento della sanità regionale lombarda. Nello specifico, si chiede la nomina di un commissario ad acta per la gestione sanitaria, sia durante l’emergenza Covid che nelle settimane che seguiranno.

La petizione di Milano 2030

“La frammentazione dell’assistenza territoriale – si legge nella petizione – la decisione di trasferire i malati di Covid-19 nelle Rsa, lo scarso coinvolgimento della sanità privata lasciata libera di scegliere se e come collaborare, le cifre (esigue ai limiti del ridicolo) del bilancio regionale destinate alla gestione dell’emergenza, fanno della Lombardia l’area del mondo con il più alto tasso di casi e di decessi, con un prezzo gravissimo per il personale sanitario, i medici di base e gli ospiti delle residenze assistite”.

La situazione in Lombardia

Gli ultimi aggiornamenti confermano 61.362 casi accertati di positività in Lombardia dall’inizio dell’epidemia, poco più del 37% del totale dei casi italiani, e 11.142 decessi (241 nelle ultime 24 ore), pari invece a poco meno del 53% del totale: tra questi ci sono anche 1.130 anziani deceduti nelle Rsa solo tra febbraio e marzo, il 61% dei decessi italiani (e per cui è stata aperta una maxi-inchiesta che coinvolge le procure di Brescia, Milano, Bergamo e Sondrio).

“Sono necessari provvedimenti immediati – fanno sapere ancora da Milano 2030 – In particolare, la protratta insipienza e inattività della Giunta regionale configura quel pericolo grave che giustifica la nomina senza indugio di un commissario ad acta. Il modello lombardo di sanità, con il progressivo smantellamento della sanità pubblica, padre degli errori commessi, è stato consentito tra le altre cose dalla regionalizzazione della sanità, causa principale delle difficoltà di coordinamento che hanno ostacolato la tempestiva gestione dell’emergenza”.  
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Commissariamo la sanità lombarda": in un giorno già raccolte 19.000 firme

BresciaToday è in caricamento