menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Lombardia si avvicina alla zona arancione: c'è una data per sperare

L'incidenza dei nuovi casi ogni 100mila abitanti in sette giorni scende sotto la soglia limite dei 250: ecco quando la Lombardia potrebbe tornare in zona arancione

Ultima settimana in zona rossa per la Lombardia? La domanda se la pongono in tanti, anche a fronte degli ultimi dati del contagio che cominciano a essere più rassicuranti. La media dei casi giornalieri su base settimanale, infatti, al 5 aprile si è attestata a quota 3.447: è il dato più basso dal 28 febbraio (quando erano 3.400); in provincia di Brescia siamo scesi a una media di 527 casi al giorno, il dato più basso dal 19 febbraio (quando erano 497).

Quando la Lombardia in zona arancione?

Il calcolo si estende sull'incidenza, ovvero i nuovi casi per 100mila abitanti ogni sette giorni: il dato regionale è ora a 241, quello bresciano a 294. La nostra regione dunque sarebbe al di sotto della soglia limite dei 250 casi per 100mila abitanti ogni sette giorni: è questo il dato che fa scattare in automatico la zona rossa.

Presto per dirlo, ci vorrà qualche giorno. Il monitoraggio dell'Istituto superiore di Sanità, e un'eventuale nuova ordinanza del Ministero della Salute, non arriveranno prima di venerdì 9 aprile: se la soglia dovesse mantenersi sotto i 250, non è da escludere quindi il passaggio in zona arancione a partire da lunedì 12.

Tutta l'Italia è a rischio: la mappa del contagio

Ma non è tutto oro quello che luccica: la soglia di sicurezza, come riporta Pillole di Ottimismo, in Lombardia è fissata a 126 casi ogni 100mila abitanti in sette giorni. Il dato deriva dalla disponibilità di posti letto liberi negli ospedali, sia nei reparti ordinari che in terapia intensiva. Con questo riferimento, ancora tutta la Lombardia sarebbe da zona rossa.

Situazione complicata in tutta Italia: sono poche le province che ad oggi si meriterebbero un allentamento delle restrizioni. Nessuna in Lombardia, dicevamo, nemmeno Bergamo (che ha un'incidenza di 163 casi ogni 100mila abitanti in sette giorni): al Nord potrebbero “liberarsi” solo le province di La Spezia in Liguria e Piacenza in Emilia Romagna, la provincia di Bolzano in Trentino Alto Adige, le province di Belluno, Treviso, Vicenza, Verona, Venezia e Rovigo in Veneto, la provincia di Grosseto in Toscana.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Imprenditore bresciano stroncato dal Covid: lascia quattro figli

Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    Covid Bollettino Lombardia del 18 aprile 2021: tutti i dati

  • Cronaca

    Party a bordo vasca per 15 persone: tutti denunciati

  • Cronaca

    Auto in fiamme, coppia scende un attimo prima del disastro

  • Coronavirus

    Cosa riapre in Italia dal 26 aprile

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento