Martedì, 18 Maggio 2021
Coronavirus

Ucciso dal Coronavirus a soli 46 anni: Pasquale era papà di una bambina

La tragedia a Trenzano, ancora di più dopo due tamponi negativi: Pasquale Mignanelli è morto a soli 46 anni, ucciso dalla furia del Coronavirus

“Ho il difficile compito di comunicarvi la prematura scomparsa di Pasquale Mignanelli. Ai suoi cari giunga la mia commossa partecipazione al loro dolore e l’abbraccio di tutta la comunità. A nome dell’amministrazione, del segretario comunale e dei dipendenti porgo le più sentite condoglianze al consigliere Sara Piovanelli e alla figlia Matilde”.

Così il sindaco di Trenzano, Italo Spalenza, nell’annunciare la triste notizia della morte di Mignanelli, ucciso a soli 46 anni dalla furia del Coronavirus. Un caso su cui purtroppo ci sarà da riflettere: la situazione sembrava ormai risolta, scrive il Giornale di Brescia, con un doppio tampone negativo, poi improvvisamente le sue condizioni sono peggiorate. Fino al decesso per insufficienza respiratoria.

Una vita dedicata agli altri

Sono tantissimi i messaggi di cordoglio arrivati ai familiari, alla moglie Sara e alla piccola Matilde. Classe 1973, Pasquale ha sempre abitato a Trenzano: aveva cominciato a lavorare nel settore dell’edilizia, per poi dedicarsi al mondo del welfare e del sociale. Faceva l’educatore per la cooperativa La Nuvola di Orzinuovi, ma aveva da poco concluso un corso per ottenere la qualifica di Oss, Operatore sociosanitario. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ucciso dal Coronavirus a soli 46 anni: Pasquale era papà di una bambina

BresciaToday è in caricamento