menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Controlli dei carabinieri (Foto di repertorio)

Controlli dei carabinieri (Foto di repertorio)

Evade dalla quarantena per passeggiare nel bosco, consigliere comunale nei guai

L’episodio nei giorni scorsi, protagonista un consigliere comunale di Paratico

È uscito di casa nonostante fosse in quarantena, perché una parente è risultata positiva al Coronavirus. Non è il primo (e forse non sarà l’ultimo) a violare il provvedimento restrittivo, ma il suo comportamento irresponsabile è destinato a suscitare parecchio scalpore. Il motivo è presto spiegato: il trasgressore è un consigliere comunale di maggioranza del Comune di Paratico.

La vicenda è riportata dal quotidiano Bresciaoggi. Il consigliere è stato pizzicato dai carabinieri della Forestale nei giorni scorsi mentre passeggiava a due chilometri di distanza dalla sua abitazione. Da settimane in isolamento domiciliare, aveva rotto la quarantena per sgranchirsi le gambe lungo i sentieri della collina che porta a Clusane.

Gli è andata male: mentre camminava ha incrociato i militari che, effettuate le verifiche del caso, hanno fatto scattare la denuncia penale, come previsto dal Dpcm, nei confronti del rappresentante delle istituzioni. Non solo: dovrà mettere mano al portafogli e pagare una sanzione da 560 euro. 

"So di avere sbagliato e chiedo a tutti di scusarmi. Ma non ce la facevo più a rimanere chiuso in casa", ha detto il consigliere, che è stato  accompagnato a casa dai carabinieri. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento