Continua la "caccia" al Covid: tamponi rapidi per chiunque entra al Civile

Potrebbe essere operativo già da luglio il nuovo macchinario per l'analisi dei tamponi con Droplet Digital Pcr: permetterà di controllare chiunque entra al Civile, anche dal pronto soccorso

Tamponi rapidi per chiunque entra in ospedale: tutti saranno sottoposti al test, si chi prenoterà una visita programmata e sia chi verrà ricoverato per urgenze o passerà dal pronto soccorso. E' questa la rivoluzione annunciata da Arnaldo Caruso, direttore del Laboratorio di Microbiologia e Virologia del Civile di Brescia. Lo scrive Bresciaoggi.

Il nuovo macchinario per l'analisi rapida dell'eventuale positività al Covid-19 utilizzerà il metodo “Droplet Digital Pcr”, che in pratica analizza i droplet dei pazienti (le goccioline di saliva e di fluidi delle vie aeree recuperati con tampone orofaringeo) miniaturizzandole in decine di migliaia di molecole, tutte analizzate durante lo stesso test così da renderlo quasi infallibile.

Tamponi rapidi e analisi di massa

Potrebbe essere operativo già per il prossimo luglio: costerà circa 250mila euro, arriverà al Civile nelle prossime due o tre settimane ed è stato acquistato anche grazie ad importanti donazioni private. Oltre al risultato “pratico”, cioè sapere se in quel momento il paziente è positivo o no al Coronavirus, il check-up obbligato a tutti gli ingressi permetterà di avviare una vera e propria “analisi di massa”, utile anche in questa fase di tracciamento e confinamento del contagio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In ogni caso, fa sapere ancora Caruso, prima dell'esito del test il paziente sempre trattato come se fosse positivo, quindi con tutti i dispositivi di protezione e nel rispetto delle più stringenti misure di sicurezza sanitaria. Per supportare il consistente aumento di tamponi, sarà presto operativo anche un nuovo laboratorio all'ospedale di Montichiari, del valore di 600mila euro, donato dalla multinazionale Shenzen Huada.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: in Lombardia 293 nuovi contagi, a Brescia altre 8 croci

  • Terribile incidente: ciclista sbanda e muore schiacciato da un camion

  • Coronavirus: assalto per la movida, Del Bono costretto a chiudere Piazzale Arnaldo

  • Terribile schianto frontale, auto distrutte e 3 feriti: uno è grave al Civile

  • Brescia: tutte le attività commerciali aperte e che fanno consegna a domicilio

  • Si butta dalla finestra di casa, giovane uomo muore suicida

Torna su
BresciaToday è in caricamento