rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Coronavirus Orzinuovi

Coronavirus, strage a Orzinuovi: a marzo il 368% di decessi in più rispetto al 2019

Rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, a Orzinuovi si conta il 368% in più di decessi, quasi cinque volte in più rispetto al normale

Sedici decessi in un mese, nel marzo di un anno fa, 75 nelle prime tre settimane e mezzo del marzo di quest’anno: di questi almeno 40 sono legati al Covid-19, almeno secondo i dati resi noti da Ats, ma se ne aggiungerebbero almeno una ventina considerati “sospetti”. Come scrive il Giornale di Brescia, è questa la triste conta delle croci nel solo paese di Orzinuovi, considerato a lungo l’epicentro dell’epidemia bresciana di Coronavirus.

Negli ultimi due giorni, altri tre morti. Non ci sono parole per descrivere il dolore di una comunità così provata: rispetto al 2019 il numero dei decessi è cresciuto di quasi cinque volte, in termini percentuali quasi il 368% in più. Una cosa mai vista.

Il contagio che rallenta

La buona notizia (se così la si può definire) è che la violenza del contagio sembra rallentare: sono 167 i casi positivi dall’inizio dell’epidemia, di cui solamente una decina nell’ultima settimana (periodo in cui, per ben due giorni, non si è registrata alcuna nuova positività).

Sono forse questi gli effetti della serrata di bar, negozi, ristoranti e attività che a Orzinuovi ha anticipato quella locale e nazionale: di certo la battaglia non è ancora finita, ma la luce della speranza ha cominciato a brillare con più forza. In paese non si pensa ad altro: speriamo che finisca presto.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, strage a Orzinuovi: a marzo il 368% di decessi in più rispetto al 2019

BresciaToday è in caricamento