rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Coronavirus

Coronavirus, nei guai i medici albanesi arrivati a Brescia: festa con birre e musica

Un brindisi per festeggiare la fine della missione negli ospedali bresciani e ripartire per l'Albania. Il proprietario dell'albergo ha chiamato la polizia e sarebbero scattate sanzioni e denunce

Si sarebbero radunati in una stanza dell'albergo di Brescia, dove alloggiavano per festeggiare la fine della missione sanitaria. Un party, a quanto pare, a base di musica e birre che ha coinvolto alcuni dei medici e degli infermieri arrivati un mese fa dall'Albania per aiutare i nostri ospedali a fronteggiare l'emergenza Coronavirus.

Stando a quanto riporta l'agenzia di stampa Agi, i fatti si sarebbero verificati nella serata di mercoledì, proprio al termine della missione. La festa non sarebbe passata inosservata, tanto che il proprietario dell'hotel cittadino ha chiamato la Polizia per mettere fine all'assembramento.

La festa si sarebbe conclusa con una raffica di sanzioni da 500 euro: una decina di sanitari sarebbero stati multati per l'inosservanza dei divieti imposti dal Dpcm. Non solo: sarebbero scattate due denunce per resistenza e oltraggio. Alla vista dei poliziotti qualche membro del contingente si sarebbe infatti innervosito perdendo le staffe. Nessuna conferma arriva, per ora, dalla Questura di Brescia (che però nemmeno smentisce): sta ancora facendo luce sull'accaduto. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, nei guai i medici albanesi arrivati a Brescia: festa con birre e musica

BresciaToday è in caricamento