Covid: 56 contagiati durante il matrimonio. Burioni: "Il virus non si diffonde da solo"

La storia raccontata dal noto virologo si è svolta in America e c’è pure una vittima.

Foto repertorio Pixabay

Non è solo la movida a far preoccupare. E giustamente: tutte le occasioni di socializzazione che prevedono la presenza di numerose persone sono potenzialmente a rischio, dal punto di vista della trasmissione del Coronavirus. E anche il giorno più bella della vita di una coppia può trasformasi, per gli invitati e i parenti di quest’ultimi, in un vero e proprio incubo. 

A porre l’accento sul potenziale pericolo contagio durante i ricevimenti di nozze è il noto virologo Roberto Burioni in un articolo pubblicato martedì su MedicalFatcs.it.

“Su 65 invitati la maggior parte è risultata positiva al Covid-19 e una donna, che non ha partecipato all’evento, è morta venerdì scorso”, si legge sul sito di informazione e divulgazione scientifica fondato da Burioni.

Il riferimento è a un matrimonio che si è svolto lo scorso 7 agosto a Millinocket, nel Maine, uno stato del nord-est degli Usa: “Il ricevimento si è tenuto in un locale, il Big Moose Inn. La capacità massima stabilita dalle regole del Maine per i ricevimenti di questo tipo era ed è di 50 persone. Invece al ricevimento ne sono arrivate 65. Non si sa se le misure anticontagio siano state rispettate - osserva Burioni - ma la mia sensazione è che questo non sia successo. Tra gli invitati c'era una persona ammalata e da quel ritrovo si sono generati (finora) almeno 56 casi di Covid-19, con un'età che è andata dai 4 ai 91 anni. Purtroppo la storia non è finita bene: una donna è morta venerdì scorso e al ricevimento non c'era neanche andata. L'ha infettata un partecipante che si è preso il virus al ricevimento e poi l'ha diffuso in giro”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una vicenda raccontata per sottolineare, se ancora ce ne fosse bisogno, che: “Il coronavirus è molto contagioso, è molto pericoloso e se ci si comporta in maniera poco responsabile ci può andare di mezzo anche chi non c’entra niente, come questa sfortunata signora. Il virus non si diffonde da solo: si diffonde solo se non stiamo attenti. E questa è l’ennesima storia che ci insegna quanto sia importante stare attenti.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: primo bambino positivo in una scuola bresciana, classe in isolamento

  • Masturbava ragazzini al parco, in cambio gli comprava scarpe e spinelli

  • Incidente in A4 tra Desenzano e Brescia: chilometri di code

  • Precipita per oltre 8 metri: muore sotto gli occhi dei nipotini di 6 e 8 anni

  • Un uomo e un ragazzo fanno sesso sul ciglio della strada: multa da 20.000 euro

  • Apre nuovo supermercato: maxi-store da 3.800 mq aperto tutti i giorni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento