Coronavirus

"Prendete i nostri pazienti", gli ospedali bresciani raccolgono l'appello del sindaco

Il grido d'aiuto del sindaco di Monza ha fatto il giro dei web e non solo. Domenica i primi 5 pazienti gravi sono stati trasferiti dal nosocomio brianzolo alla rianimazione della clinica Sant'Anna di Brescia che ha riaperto i battenti proprio per curarli.

Foto d'archivio

Monza (ma non solo) chiama e Brescia risponde. In realtà da ben prima che gli accorati appelli del sindaco della città brianzola, Dario Allevi, facessero il giro del web. 

"I vertici del San Gerardo confermano che a questi ritmi il nostro ospedale rischia di arrivare presto a un punto di saturazione: è necessario che i territori vicini ci diano una mano, proprio come avevamo fatto noi con loro durante i primi mesi dell'epidemia - scriveva su Facebook, ancora giovedì scorso, il primo cittadino di Monza - . Sì perché è evidente che usciremo prima da questa emergenza solo se saremo coesi e vi sarà aiuto reciproco anche sul fronte sanità".

Il 30% dei malati Covid arriva da Monza e Milano

Ma la solidarietà, almeno sul fronte ospedaliero, non è mai stata in discussione. Il Civile di Brescia - hub di riferimento regionale per la gestione dell'emergenza Covid - come altri ospedali del Bresciano ospitano, da mesi, pazienti provenienti dalle province lombarde più colpite dalla seconda ondata di coronavirus. C'è di più: circa il 30% dei malati di Covid attualmente ricoverati nei nosocomi del Bresciano (in tutto meno di 600) - sia in terapia intensiva che negli altri reparti - arrivano infatti dalle province di Monza e Brianza e di Milano.

Domenica, in un'intervista rilasciata al Corriere della Sera, il primo cittadino di Monza aveva ribadito la richiesta, rimarcando di non aver ricevuto  risposte concrete, sottolineando inoltre come lo scorso marzo il San Gerardo di Monza si fosse immediatamente riconvertito per accogliere i pazienti di Brescia, Bergamo e Cremona.

Riapre la rianimazione Covid del Sant'Anna

Eppure qualcosa si è mosso, anche nelle ultime ore: proprio nella giornata di domenica i primi 5 pazienti sono stati trasferiti dalla terapia intensiva del San Gerardo di Monza a quella dell'istituto Clinico Sant'Anna di Brescia. Il reparto di Rianimazione Covid dell'ospedale cittadino, che fa parte del Gruppo San Donato, ha riaperto i battenti proprio per ospitare alcuni dei casi più gravi provenienti dal nosocomio brianzolo. 

Non solo: la società regionale di emergenza urgenza (Soreu) si è già attivata per fare in modo che i mezzi di soccorso di base di Brescia siano pronti a trasferire i pazienti Covid da Milano agli ospedali 'spoke' bresciani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Prendete i nostri pazienti", gli ospedali bresciani raccolgono l'appello del sindaco

BresciaToday è in caricamento