Mercoledì, 22 Settembre 2021
Coronavirus Moniga del Garda

Coronavirus: morto a 74 anni Luigi Alberti, presidente del Consorzio Garda Lombardia

Aveva 74 anni Luigi Alberti, strappato alla vita dalla furia del Covid: era positivo dal 18 febbraio scorso

“Oggi siamo molto tristi, è mancato un caro amico”: lo dice non senza commozione la sindaca di Moniga, Lorella Lavo, nell'annunciare la scomparsa di Luigi Alberti, ex amministratore del piccolo Comune gardesano – è stato sia assessore al Turismo che presidente del Consiglio comunale – nonché ideatore della manifestazione Italia in Rosa, la prima e più importante rassegna italiana dedicata ai vini rosati, già presidente della Riviera dei limoni e dei castelli e poi, dal 2019, anche presidente del Consorzio Lago di Garda Lombardia.

Strappato alla vita dalla furia del Covid, aveva 74 anni: il primo tampone positivo risale al 18 febbraio scorso, poi le sue condizioni si sono aggravate fino al tragico epilogo, nella notte tra sabato e domenica. Era ricoverato all'ospedale di Desenzano. “Esattamente un anno fa abbiamo pianto la prima vittima di Covid – dice ancora Lavo – e oggi piangiamo l'amico Luigi, da sempre in prima linea per difendere il suo amato lago, per sostenere il turismo, per dare una mano a chi ne aveva bisogno. Ci ha lasciato troppo presto, per una malattia che ancora non lascia scampo”.

Il grande impegno nel lavoro e nel sindacato

Classe 1947, aveva festeggiato il suo compleanno poco più di un mese fa. Aveva cominciato giovanissimo a lavorare per l'Enel, non era ancora maggiorenne: fin da subito all'impegno nel lavoro ha affiancato un forte e solidale impegno politico. Era militante nelle file del Pci, poi negli ultimi anni confluito nel Pd, ma soprattutto è stato un appassionato sindacalista: fino al 2002 era nella segreteria nazionale (e provinciale, e regionale) della Fnle, la Federazione nazionale dei lavoratori dell'energia della Cgil.

I funerali e il ricordo di chi lo conosceva

La salma riposa nella Sala del commiato Valtenesi in Via Rovaroli di Sotto a Manerba: visite dalle 9 alle 19 con obbligo di mascherina. I funerali saranno invece celebrati lunedì pomeriggio alle 15 nella chiesa parrocchiale di Moniga, la salma seguirà poi al tempio crematorio. Lo piangono l'amata moglie Piera, gli adorati figli Manuel e Carlo, le nuore Cindy ed Elisa, i suoi sei nipoti, la sorella Aurelia. Sono tantissimi i messaggi di cordoglio arrivati in queste ore: tra i tanti segnaliamo la nota della Comunità del Garda, che lo definisce “amico del lago e generoso e appassionato operatore della promozione turistica gardesana”.

Nota dell'autore: Luigi Alberti, insieme al compianto Giorgio Galli, è stato uno dei protagonisti delle prime interviste degli albori di BresciaToday, ormai un decennio fa. Negli anni l'abbiamo conosciuto e apprezzato per l'impegno che metteva le cose, nel suo piccolo per la voglia di cambiare il mondo: sognava davvero un solo e grande Lago di Garda. Fedele alla linea della sua tradizione politica, ancora si batteva contro ogni ingiustizia. Tutti lo chiamavano Gigio: lo ricordiamo come un amico vero, con un episodio in particolare. Qualche anno fa, nel pieno di Italia in Rosa, aveva varcato la soglia del bar-tabacchi della piazza, e qui era stato accolto da un'ovazione, a firma di tutti i gnari del paese.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus: morto a 74 anni Luigi Alberti, presidente del Consorzio Garda Lombardia

BresciaToday è in caricamento