Coronavirus

Coronavirus Lombardia: contagi e ricoveri di lunedì 2 novembre

I dati aggiornati a Brescia e in Regione

San Polo - Centro Covid del Civile ©Bresciatoday.it

Nella giornata di lunedì due novembre in Lombardia si sono registrati 5.278 nuovi casi di Covid-19 (251 nel Bresciano), a fronte di 24.087 tamponi effettuati. La percentuale di test positivi è pari al 21,9%. Il numero degli attualmente ricoverati supera quota 4800: sono 4841 i lombardi contagiati che si trovano in ospedale e sono 177 in più rispetto a domenica. In terapia intensiva ci sono 435 persone: un mese fa erano 39.  Il bilancio delle vittime è in continuo aumento: 46 i decessi avvenuti nelle ultime 24 ore. 

Il maggior numero di nuovi casi si registra sempre nel Milanese: con 2.242 contagi in 24 ore rappresenta il 42% del totale regionale. Seguono Monza e Brianza (+ 879); Como (+733); Varese (+486); Brescia (+251); Lecco (+197); Bergamo (+147); Pavia (+89); Lodi (+ 29); Sondrio (+ 13); Cremona (+10) e Mantova (+9). 

Riapre l'ospedale in Fiera a Bergamo

Non solo Fieramilanocity. Riapre, purtroppo, anche terapia intensiva a Bergamo, che servirà a tutta la Lombardia. "Riapre il presidio medico avanzato in Fiera a Bergamo che accoglierà i primi 4 pazienti. La riattivazione dei posti di terapia intensiva è stata realizzata grazie a un lavoro di squadra, coordinato dalla cabina di regia regionale che, ancora una volta, a distanza di 7 mesi, vede in prima linea l’Ospedale Papa Giovanni XXXIII, le imprese artigiane di Confartigianato Bergamo, i ragazzi della curva nord dell’Atalanta, A.N.A. onlus, che ringrazio a nome di tutta la Giunta regionale e dei Lombardi".

Lo ha comunicato nelle scorse ore il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana. Un lavoro di squadra che permette di riattivare il presidio con i primi 4 posti letto di terapia intensiva e semi intensiva per procedere progressivamente con l’attivazione di ulteriori posti letto in base alle esigenze, fino ad un massimo, per ora, di 48. Ventiquattro (2 moduli da 12) saranno gestiti dall'Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo e gli altri ventiquattro (2 moduli da 12) dagli Spedali Civili di Brescia, con personale medico e infermieristico proveniente da tutti gli ospedali pubblici e privati delle province di Bergamo, Brescia e Mantova.

Schermata 2020-11-02 alle 18.08.40-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus Lombardia: contagi e ricoveri di lunedì 2 novembre

BresciaToday è in caricamento