menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lumezzane: positivo il sindaco Josehf Facchini, i genitori in ospedale

CRONACA

E' tornato a casa da poche ore il sindaco di Lumezzane Josehf Facchini, anche lui positivo al coronavirus insieme ai genitori: era stato ricoverato al Civile per via di un principio di polmonite. “Diciamo che sono stato meglio – scrive il primo cittadino su Facebook – Ho tutti i classici sintomi influenzali ma più accentuati, con un principio di polmonite. Devo fare cortisone e altre terapie per 10 giorni, poi il 3 marzo avrò il tampone”.

Facchini, 41 anni, aveva annunciato domenica pomeriggio il suo ricovero in ospedale: “Purtroppo, nonostante tutte le precauzioni possibili, questa brutta bestia ha colpito anche me. Tranquillizzo comunque tutti dicendo fin da subito che mi ero già messo in auto-isolamento ancor prima dell'esito del tampone, per cercare di prevenire ogni rischio e rispettare le indicazioni mediche”.

E ancora: “La sfida contro questo virus non è ancora vinta, e dobbiamo tutti tenere alta la guardia: rispettare le disposizioni di sicurezza igienico-sanitaria è fondamentale a prevenire il rischio, ma non è la cura, quindi a maggior ragione dobbiamo prestare attenzione. Se insieme resistiamo, insieme vinceremo”.

I genitori del sindaco ricoverati in ospedale

Questo, invece, quanto pubblicato appena dimesso dell'ospedale: “La giornata all'interno del pronto soccorso Covid è stata davvero molto lunga. Purtroppo i miei genitori li hanno ricoverati, io invece sono potuto tornare perché posso effettuare la mia terapia in quarantena da casa. Un grazie enorme agli operatori sanitari per le cure ricevuti, la loro professionalità e la loro dedizione”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento