Lunedì, 17 Maggio 2021
Coronavirus

Inchiesta sulla "Strage dei nonni" nelle Rsa: blitz della finanza in Regione Lombardia

I militari della guardia di finanza stanno effettuando acquisizione di documenti

Milano, blitz della finanza in Regione Lombardia: acquisiti documenti

Ancora un blitz della guardia di finanza. I militari del nucleo di polizia economica finanziaria della compagnia di Milano stanno effettuando acquisizioni di documenti negli uffici della Regione Lombardia. Le perquisizioni riguardano le indagini che hanno al centro le Rsa milanesi per la gestione degli ospiti nell'emergenza coronavirus. Il blitz è il naturale seguito di quello messo a segno nella giornata di martedì al Pio Albergo Trivulzio e nelle altre case di riposo dell'hinterland.

E il blitz all'interno del Pio Albergo Trivulzio, scattato nella mattinata di martedì si è concluso alla 1.30, dopo quasi 17 ore di lavoro. Gli inquirenti hanno acquisito cartelle cliniche ma anche le comunicazioni — cartacee e informatiche — inviate dalla Regione, ma anche direttive interne. 

Sempre nella mattinata di martedì erano scattati accertamenti in altre Rsa del milanese. La squadra di polizia giudiziaria aveva passato al setaccio anche gli uffici dell'istituto Sacra Famiglia di Cesano Boscone e una struttura di Settimo Milanese. Nelle prossime settimane i documenti saranno analizzati dagli inquirenti coordinati dal procuratore aggiunto Tiziana Siciliano.

S’indaga anche a Brescia

La Procura ha ricevuto diversi esposti in questi ultimi giorni, sia da privati cittadini, parenti delle vittime, associazioni di consumatori. Sono già mobilitati anche i carabinieri e i reparti speciali come i Nas. Non ci sono evidenze, al momento, su quali possano essere le strutture su cui potrebbe essere aperto un fascicolo d’indagine.

Anche nella nostra provincia, infatti, non mancano dei casi eclatanti con numerosi decessi nelle Rsa e nelle case di riposo, probabilmente riconducibili al Coronavirus anche se non tutti ancora verificati. Dai casi di Ghedi a quelli di Bedizzole e Calcinato, Quinzano d’Oglio e Carpendolo, Bagnolo Mella e negli ultimi giorni anche Pontevico. 

A livello regionale, gli ultimi dati disponibili confermano 1.130 decessi nelle Rsa lombarde, su un totale di 5.886 residenti: il tasso di mortalità è del 19,2% quasi uno su cinque. Tra febbraio e marzo sarebbero morti 1.845 anziani nelle case di riposo di tutta Italia: di questi, il 61% erano in Lombardia. 


 

Potrebbe interessarti: https://www.milanotoday.it/cronaca/coronavirus-blitz-finanza-regione.html
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiesta sulla "Strage dei nonni" nelle Rsa: blitz della finanza in Regione Lombardia

BresciaToday è in caricamento